Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Mondo

Coronavirus, Anthony e Frank, i due barbieri siciliani costretti a chiudere a NY

Di Redazione
Pubblicità

New York - Ultimo giorno di lavoro per i due barbieri siciliani di New York “Anthony” e “Frank”, poi la saracinesca si abbasserà fino a data da destinarsi. Anche lo stato della “Grande Mela” adotta misure drastiche anti Covid-19. Il Governatore Andrew Cuomo meno di ventiquattrore fa ha emesso un’ordinanza che obbliga la serrata di quelle attività non considerate essenziali come supermercati e farmacie.

“Praticamente una delle più grandi città del mondo si mette in quarantena - spiega il regista, giornalista e autore Elio Sofia - non era mai successo prima una cosa simile ed ora sono consentiti solo gli spostamenti per fare la spesa”. Accanto a lui, Antonino e Frank barbieri originari di Castellammare del Golfo e che vivono a New York da circa cinquant’anni. “ Da quando sono qui non ho mai visto nulla di simile - spiega Antonino - la situazione in città è molto difficile e onestamente il futuro è molto incerto”. “Shot Down”: queste le parole che impongono la chiusura di tutte le attività considerate non essenziali. “Nemmeno per l’11 settembre abbiamo vissuto una situazione simile- sottolinea Frank- nei giorni seguenti all’attacco terroristico avevano chiuso una parte di New York ma non la città intera”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità