Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Mondo

Usa, Joe Biden è a un passo dall'elezione e Donald Trump evoca brogli

Di Redazione
Pubblicità

Joe Biden sembra ormai a un passo dalla Casa Bianca. Con la vittoria in Michigan e Wisconsin è a un soffio dalla conquista dei 270 grandi elettori necessari per guidare il paese. Ora gli mancano solo sei grandi elettori alla vittoria e in Nevada (che ha sei grandi elettori) lo sfidante democratico è in vantaggio. Il destino delle elezioni presidenziali americane è appeso anhe allo spoglio di alcuni Stati chiave - Nevada, Georgia, North Carolina e Pennsylvania.

Biden ha rilasciato una dichiarazione affermando che "una volta finiti di contare tutti i voti, credo che saremo i vincitori". Trump, invece, ha rivendicato la vittoria in Georgia, Pennsylvania e in North Carolina, "in ognuno dei quali c'è un grande vantaggio. In più, rivendichiamo il Michigan, dove è stato ampiamente riportato un grande numero di schede segretamente gettate".

Nel Paese sale la tensione. Manifestazioni e tensioni anche a New York dopo l’Election Day. Fox News parla della protesta pacifica di centinaia di persone che hanno chiesto venga "contato ogni voto" dopo l'annunciato inizio della battaglia legale di Donald Trump per bloccare lo spoglio elettorale in alcuni stati. Poi però sono iniziati i disordini. E in un tweet il New York City Police Department ha confermato l’arresto di "oltre 20 persone" che hanno tentato di "sabotare una protesta pacifica appiccando incendi, gettando uova e spazzatura a Manhattan". "Non può essere tollerato e non sarà tollerato che vengano portate armi alle proteste pacifiche", si legge in un altro tweet con le immagini del materiale sequestrato.

(video Youtube/Reuters)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità