Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

IL SOCCORSO

Motonave rischia di affondare tra Grado e Trieste: il video del salvataggio delle 81 persone a bordo

Di Redazione |

Era partita questa mattina da Grado e stava navigando verso Trieste con a bordo 81 passeggeri, tra cui cinque bambini. Ma qualcosa è andato storto e, quando si trovava già a circa cinque miglia dalla costa, ha dovuto lanciare il ‘may day’ perché imbarcava acqua e rischiava di affondare. È accaduto tutto in pochi minuti. A bordo della motonave Audace c’erano per lo più turisti, tra cui diversi stranieri.

L’Sos è arrivato al centro di soccorso della Guardia costiera poco prima delle 11.30. Sono stati inviati mezzi navali e un aeromobile della guardia costiera. E ancora mezzi dei Vigili del fuoco, con elicotteri e il nucleo sommozzatori, e altri della Guardia di finanza. Il comandante ha dato l’ordine di abbandono nave: i passeggeri sono stati imbarcati sulle zattere di salvataggio e in un secondo momento trasferiti sui mezzi navali. Nel frattempo la motonave, un’imbarcazione di circa 25 metri che nei mesi estivi collega con un servizio pubblico di linea, gestito da Apt Gorizia, i due porti, imbarcava acqua dal lato di prua. «Quando sono sbarcati tutti i passeggeri, mi sono recato a prua e ho visto l’alloggiamento dell’ancora che era pieno d’acqua e dalle bitte ho notato l’acqua che risaliva da sotto. Probabilmente c’era il gavone di prua che si è riempito completamente», ha riferito il comandante ai soccorritori.

Poco dopo le 15.30 tutti i naufraghi sono sbarcati in sicurezza a Grado, dopo un’imponente operazione di soccorso, coordinata dalla direzione marittima di Trieste e gestita con condizioni di mare mosso. «Molte persone sono rimaste scioccate quando è stato lanciato l’Sos, quando ci si è accorti che imbarcava acqua: c’era un giovane che urlava, è stato un momento delicato», ha raccontato un turista svizzero.

Alla banchina Torpediniere è stata allestita fin da subito la Centrale operativa mobile della Sores Fvg, come prevede l’allerta per maxi emergenza sanitaria. A tutti i passeggeri è stata offerta assistenza sanitaria. Il bilancio, nel pomeriggio, è di sei persone trasferite precauzionalmente ai Pronto soccorso di Monfalcone e Palmanova, tutte in codice verde. Si tratta di due membri dell’equipaggio, che hanno rimediato escoriazioni e bruciature alle mani nel maneggiare corde e nel calare le scialuppe di salvataggio, e di quattro passeggeri, con precedenti patologie, che saranno visitati dopo essere rimasti molte ore in mare, una volta recuperati dalle scialuppe.

La guardia costiera di Trieste ha aperto un’inchiesta tecnica e amministrativa per risalire alle cause dell’incidente. La nave, ormai semiaffondata, è stata presa a rimorchio per essere portata a Porto Nogaro per le verifiche.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA