home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Modica, truffava le pensioni degli anziani, le manette scattano in piazza

Il blitz dei poliziotti dopo la denuncia di alcuni anziani. A due coniugi aveva sottratto negli anni almeno 30 mila euro

La Polizia di Modica ha arrestato un uomo di 58 anni, A.E, originario di Pozzallo, tecnico comunale a Modica accusato di avere truffato negli anni decine di anziani sottraendo loro ingenti somme di denaro.

Una inchiesta lampo quella della Polizia: lo scorso 28 novembre infatti in Commissariato si era presentata una donna di 70 anni che ha raccontato ai poliziotti come un uomo – la persona opra arrestata - da circa un anno, sotto la falsa promessa di potersi adoperare per un consistente aumento della pensione sociale, si faceva consegnare l’intero importo mensile della INPS, millantando la puntuale consegna della somma all’ente erogatore per ottenere altri tipi di prestazioni pensionistiche molto più vantaggiose, con aggiunta di arretrati.

Una truffa che l’uomo curava nei minimi dettagli anche con telefonate fasulle verso fantomatici avvocati o professionisti che avrebbero perorato tale causa. E questo alla presenza degli anziani, abusando della loro credulità e della minorata difesa dovuta all’età.

E’ bastato fare una piccola ricerca per scoprire che la persona in questione aveva precedenti per truffa, falso, usura, ricettazione.

Allo scopo di cogliere in flagrante il truffatore la Polizia ha pedinato l’uomo, lo ha fotografato e ripreso in video fino a quando gli è stata tesa la trappola: i poliziotti si sono appostati nei pressi dell’Ufficio Postale di Modica – Sorda perché due coniugi finite sotto le sue grinfie dopo avere riscosso la pensione dovevano consegnarla al tecnico comunale truffatore. E infatti c’era lui che aspettava seduto in macchina pronto a farsi consegnare la busta con i soldi. Il blitz è scattato lunedì quando c’è stata la seconda consegna di denaro: i poliziotti hanno bloccato e perquisito l’uomo al quale sono stati trovati i soldi. In ufficio aveva dati sulle generalità e sui dati fiscali delle sue vittime e a casa sua una busta con 1300 euro e cioè la pensione e la tredicesima di due coniugi truffati (ai quali è stata restituita dai poliziotti). I due hanno raccontato di avere consegnato all’uomo negli anni oltre 30 mila euro. Il truffatore è finito ai domiciliari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa