Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Spettacoli

Carmen, una canzone (e un disco in uscita l'8 marzo) per dire no alla violenza sulle donne

Di Redazione
Pubblicità

ROMA - «L'8 marzo ha un significato diverso dall’uscita con le amiche, l’8 marzo deve ricordare a tutti, soprattutto agli uomini, l’importanza che hanno le donne». A soli 20 anni, Carmen, giovane cantante siciliana uscita l’anno scorso dalla scuola di Amici, ha le idee chiare. E dopo la scuola più famosa della tv italiana, il sogno di diventare cantante sta diventando realtà. «Ora sono più consapevole, sono più addentro ai meccanismi, ci sto credendo davvero». Il suo nuovo disco di inediti, il secondo dopo «La complicità» uscito nel 2018, dal titolo «Più forti del ricordo», esce proprio venerdì 8, nel giorno della festa delle donne, per Virgin Records. E non è un caso, soprattutto se tra le 10 canzoni dell’album c'è anche il brano Non è amore, scritta da Manuel Finotti: un messaggio chiaro e forte per dire no alla violenza sulle donne in un Paese come l’Italia dove si registra un femminicidio ogni 72 ore (106 casi nel 2018) e che ha preso spunto da un fatto di cronaca.

«E' un messaggio destinato soprattutto alle ragazze più giovani, che devono capire come i maltrattamenti non siano qualcosa che riguarda solo le donne più adulte e che amore e violenza non possano convivere nella stessa frase. Anche io ho avuto le mie storie ma quando mi sono resa conto che c'era qualcosa che non andava ho lasciato stare. Ed è questo quello che voglio dire alle ragazze: voletevi bene». Le violenze, in tempi di tecnologie avanzate, passano anche per i social. L’ultima a essere colpita è stata Emma Marrone per la sua posizione di apertura ai migranti. «Gli artisti per la loro posizione sono particolarmente esposti. Io per una foto con Irama ho ricevuto, addirittura, minacce di morte. Anche per Non è amore sono stata insultata: io cerco di farmi scivolare addosso tutto questo e di parlare attraverso la mia musica, ma non sempre è facile».

E allora la parola passa a Più forti del ricordo, che è «il risultato del lavoro di questi mesi, di un processo di maturazione che va avanti e non si ferma, anche perché la strada da fare è ancora tanta - racconta Carmen, che tra gli autori si è affidata anche ad Alessio Bernabei e Giovanni Caccamo -. Il disco è un susseguirsi di emozioni e il filo conduttore è l'amore, visto da diverse angolazioni. C'è l’amore passionale, quello malato, l’amore per la famiglia e per la propria terra lontana, ma soprattutto per noi stessi». Nel disco anche un featuring con il fenomeno EmoTrap GionnyScandal. «Due mondi lontani che si sono incontrati».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità