home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il Commissario Montalbano "vola" con i migranti: in tv persino più ascolti della prima serata di Sanremo

Sono stati 11.108.000 i telespettatori dell'episodio «L'altro capo del filo». E Salvini, subito dopo a "Porta a Porta": «Andiamo in onda dopo Montalbano che va a soccorrere un barcone di immigrati, ma adoro Montalbano»

ROMA - Il Commissario Montalbano festeggia i 20 anni della fiction con due nuovi episodi. Nel primo, «L'altro capo del filo», andato in onda ieri sulla rete ammiraglia della Rai, il commissario accoglie i migranti e la cosa ha suscitato clamore. Ma anche un botto degli ascolti tv: sono stati infatti 11.108.000 i telespettatori (44,9% lo share) incollati davanti lo schermo a seguire la fiction. «L'altro capo del filo» ha conquistato il prime time di ieri e ha perfino battuto gli ascolti della prima serata del Festival di Sanremo (10.086.000 mln e il 49,5%, share più alto per la maggiore durata della kermesse canora). 

Il Commissario Montalbano è una produzione Palomar con la partecipazione di Rai Fiction, prodotta da Carlo Degli Esposti e Nora Barbieri con Max Gusberti, per la regia di Alberto Sironi. Accanto a Luca Zingaretti, nella parte del commissario, come sempre Cesare Bocci (Mimì Augello), Peppino Mazzotta (Fazio), Angelo Russo (Catarella) e Sonia Bergamasco nel ruolo di Livia.

I due nuovi episodi, trasmessi da Rai in esclusiva e in prima visione, fanno salire a 34 film complessivi la serie evento. Il successo delle storie del commissario di Vigàta, oltre alle prime visioni sempre vincitrici della serata, ha raggiunto, nelle ultime serie, punte di ascolto di ben oltre i 12 milioni di spettatori e il 44% di share, e si è consolidato negli anni anche grazie alle oltre 150 repliche in prima serata che hanno continuato ad ottenere ascolti record anche al sesto o settimo passaggio televisivo. Montalbano è stata la prima serie italiana venduta all'estero, trasmessa negli anni in oltre 65 Paesi tra Europa e resto del mondo, anche in Paesi molto diversi per audience come la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Montalbano, inoltre, è andato in onda in tutti i continenti, dall'Asia al Sudamerica passando anche per l’Iran.

Nei giorni scorsi a «Gente» il regista Alberto Sironi a proposito dell'episodio andato in onda ieri, ha rivelato: «La nave di Montalbano è proprio la Diciotti. Le riprese sono state fatte nella primavera 2018, mesi prima che la nave fosse al centro del caso politico e giudiziario che coinvolge il ministro Salvini. Per rendere la fiction il più possibile realistica io e la troupe siamo saliti sulla nave della Guardia Costiera e abbiamo assistito agli sbarchi reali. Abbiamo visto immagini che mai verranno trasmesse in Tv. Il regista ha anche svelato che Montalbano non finisce: a breve inizieranno le riprese di altri tre episodi. Uno è tratto dall'ultimo romanzo di Andrea Camilleri, "Il caso Catalanotti"».

Tornando all'episodio della fiction trasmesso ieri, poco prima della sua messa in onda il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini non aveva mancato di dire la sua con una battuta: «Andiamo in onda dopo Montalbano che va a soccorrere un barcone di immigrati, ma adoro Montalbano», le parole del leader della Lega all'Aquila a margine della conferenza stampa convocata per commentare la vittoria del centrodestra alle elezioni regionali in Abruzzo. «L'altro capo del filo» ieri su RaiUno ha infatti preceduto la puntata di "Porta a Porta" nella quale Salvini è stato ospite.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP