Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

L'Atletico Madrid strapazza il Real, 7 a 3 nel primo derby della stagione: ecco i gol e gli highlights

Di Redazione
Pubblicità

Diego Simeone non si lascia andare a facili entusiasmi («non è questa la reale differenza fra le due squadre») ma il primo derby stagionale è un trionfo per l’Atletico: 7-3 al Real al Metlife Stadium di East Rutherford. E’ solo l’International Champions Cup ma è un risultato che fa rumore, con i colchoneros che prendono a pallate i cugini andando al riposo già sul 5-0. A prendersi la scena sono soprattutto Diego Costa e Joao Felix: poker di reti per il primo, prova monstre per il talento portoghese strappato al Benfica per oltre 120 milioni. Ed è proprio Felix a imbeccare al primo minuto Costa per il gol che sblocca la gara, mentre all'8' firma il raddoppio anticipando Marcelo sul cross di Niguez. Al 19' mette il timbro anche Correa, sogno estivo del Milan, mentre Diego Costa va di nuovo a bersaglio al 28' (altro assist di Niguez) e al 45' sul rigore che lui stesso si procura (fallo di Isco).

Il poker personale dell’attaccante ispano-brasiliano arriva a inizio ripresa: imbucata di Felix e "scavetto" a scavalcare Navas. Il Real accorcia al 59' con un tacco di Nacho mentre sei minuti dopo un’entrata dura di Carvajal su Lemar viene "vendicata" con un calcetto da Diego Costa: i due vengono quasi alle mani e l’arbitro mostra il rosso a entrambi. Il settimo gol dell’Atletico arriva al 70' con una bella percussione di Vitolo mentre nel finale il Real rende un po' meno pesante il distacco con Benzema dal dischetto (fallo di Herrera su Kroos) e Javier Sanchez.

«L'avevamo preparata bene - sorride il Cholo -. Avevamo visto il Real e capito dove potergli fare male. Joao Felix? Col suo talento può giocare dovunque», aggiunge Simeone che evita però proclami: «Non vedo oltre la prossima partita, vincere dei trofei non è semplice per nessuno».

Tutt'altro umore in casa Real dove, dopo Brahim, Asensio e Mendy, si è fatto male anche Jovic, costretto a uscire al 28' dopo uno scontro con Oblak e un problema alla caviglia sinistra. «L'approccio alla partita è stato pessimo e dopo otto minuti eravamo sotto 2 a 0 - l’analisi di Zinedine Zidane -. Ci è mancato tutto, soprattutto l’intensità che a questi livelli è fondamentale. Non si possono prendere sette gol e lo sanno anche i giocatori. Ma bisogna rimanere tranquilli e pensare che la stagione inizia il 17 agosto. Sono sicuro che faremo una buona stagione, resto convinto di avere una squadra che se la giocherà e lo farà benissimo». Nella ripresa c'è stato spazio anche per Bale, che in Spagna danno vicinissimo allo Jiangsu: «Non so nulla, per ora è qui, ha giocato e vedremo cosa succederà», taglia corto Zizou.

Il video che vi proponiamo è stato pubblicato su Youtube da GreatestKooraHD

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità