Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

Oggi si celebra Santa Elena, ecco una preghiera da rivolgere alla "Nobilissima Femina" che ritrovò la Santa Croce

Di Redazione
Pubblicità

Oggi la Chiesa celebra Santa Elena, nata Flavia Giulia Elena, madre dell'imperatore Costantino. La legge romana non riconosceva il matrimonio celebrato tra un patrizio e una plebea, e così quando Costanzo Cloro ha il titolo di “Cesare” col collega Galerio, ripudia Elena, nata in Bitinia da famiglia plebea, pur trattenendo con sé il figlio Costantino, nato dalla loro unione nel 285. Alla morte del padre, Costantino è acclamato “Cesare” nel 306 a York, dalle legioni della Britannia, ed Elena è denominata dal figlio col meritatissimo titolo di “Nobilissima Femina”. In passato nel suo giorno commemorativo in Russia si seminava il lino, affinché crescesse lungo come i suoi capelli. 

Elena - si legge su Wikipedia - è tra l'altro legata, nella tradizione cristiana, al suo presunto ritrovamento della "vera croce", il patibolo su cui morì Gesù, in occasione del suo viaggio in Palestina. Forse non fu lei ad effettuare la scoperta, ma il fatto che Eusebio di Cesarea abbia descritto il suo viaggio in Oriente come un pellegrinaggio, e quindi abbia attestato la presenza di Elena a Gerusalemme, fece probabilmente collegare la madre del primo imperatore romano cristiano al ritrovamento della reliquia. Sono tre le versioni del ritrovamento della reliquia: una in cui la scoperta è da attribuirsi alla sola Elena, una in cui il ritrovamento fu effettuato da una presunta imperatrice del I secolo, Protonike, e una in cui Elena avrebbe ricevuto aiuto dall'ebreo Giuda, poi convertitosi e battezzato Ciriaco (Kyriakos). Fu quest'ultima versione ad avere maggior successo, probabilmente per la sua vena anti-giudaica.

Nella basilica di Santa Croce in Gerusalemme, a Roma, costruita sul palatium Sessorianum appartenuto ad Elena, sono custodite delle reliquie che sarebbero state portate da Elena dalla Palestina, secondo la tradizione; oltre alla croce, infatti, Elena avrebbe trovato la croce di uno dei due ladroni, la spugna imbevuta d'aceto, parte della corona di spine, un chiodo della croce nonché il titulus crucis.

Il video che vi proponiamo è stato pubblicato su YouTube da Preghiere

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità