Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

La Brexit costerà agli inglesi 39 miliardi di sterline (anche in caso di no deal)

Di Redazione
Pubblicità

Boris Johnson ne aveva fatto una delle sue promesse elettorali ed è tornato a ribadirlo: in caso di 'no deal' sulla Brexit il Regno Unito potrebbe non pagare i 39 miliardi di sterline concordati tra Londra e Bruxelles per l'uscita dall'Unione europea.

Un tentativo, l'ennesimo, di forzare la mano per convincere Bruxelles a riaprire la trattativa. Netta, anche in questo caso, la chiusura dei vertici europei.

 
"Il Regno Unito dovrà pagare in ogni circostanza, indipendentemente dal fatto che si trovi un accordo o meno sulla Brexit - ha detto Pierre Moscovici, commissario europeo agli Affari economici -. Penso che una volta che avrà esaminato più da vicino le cose, Johnson capirà che si tratta di obblighi legali e finanziari che devono assolutamente essere rispettati. È importante che non ci sia alcun conflitto su questo punto. Perché? Su questo si basa la fiducia per le discussioni che verranno dopo l'uscita del Regno Unito".

La palla, ancora una volta, torna nella metà campo di Johnson: oggi è in programma un colloquio telefonico con il presidente della Commissione europea Jean Claude-Juncker.

Ma nonostante i proclami, ripetuti anche nel fine settimana al G7 di Biarritz, il premier britannico non sembra avere soluzioni credibili per sbloccare lo stallo ed evitare un'uscita senza accordo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità