Notizie locali
Pubblicità
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

Orrore a Roma: trovato cadavere in una valigia

Di Redazione
Pubblicità

Una valigia, lasciata in strada accanto a un’auto, da cui fuoriusciva sangue. Un trolley con all’interno il corpo di un uomo. E’ il macabro ritrovamento fatto stamattina alla periferia di Roma. L'allarme è scattato intorno alle 7 in via Federico Sacco, in zona Pietralata, quando un passante ha contattato il Numero di emergenza 112 raccontando di vedere una chiazza rossa sotto un borsone abbandonato. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti della Questura. I poliziotti hanno visto all’interno la testa di un uomo e, seguendo le tracce di sangue, sono arrivati a un appartamento. All’interno c'era la compagna del 37enne Luca De Maglie. «E' morto qui in casa da diversi giorni» avrebbe raccontato agli agenti la donna spiegando di aver deciso di disfarsi così del cadavere. «Non l’ho ucciso io» avrebbe detto più volte aggiungendo di averlo trovato morto in casa quando è rientrata lunedì mattina e di aver tentato invano di rianimarlo. La 39enne è stata denunciata per occultamento di cadavere. Rimangono da chiarire le cause della morte dell’uomo, che aveva alle spalle precedenti di polizia per droga. Al momento l'ipotesi più accreditata sembra essere quella dell’overdose, ma non si escludono altre piste. Sul corpo non sarebbero stati trovati segni evidenti di violenza. Sarà l’autopsia, che verrà effettuata nelle prossime ore, a stabilire con esattezza la causa del decesso. La morte sarebbe avvenuta nei giorni scorsi, probabilmente domenica. E sul luogo del ritrovamento la polizia scientifica ha effettuato a lungo i rilievi. Delle indagini si occupa la Squadra Mobile di Roma. Gli investigatori in queste ore hanno ascoltato conoscenti e vicini. Sembra che la coppia sia stata sentita litigare in più di un’occasione. Al vaglio eventuali registrazioni delle telecamere di videosorveglianza per chiarire se qualcuno abbia aiutato la compagna a portare in strada il corpo o se realmente abbia fatto tutto da sola. La donna ha raccontato di averlo trascinato sulle ruote del trolley. Il corpo, secondo quanto si apprende, era intero e la parte che fuoriusciva dalla valigia era coperta con un sacco. La valigia era stata chiusa con il nastro isolante e abbandonata accanto a un’auto. I poliziotti hanno seguito la scia di sangue lunga circa cento metri. Ad un tratto le tracce ematiche si sono interrotte, ma gli agenti hanno avvertito un forte odore di candeggina che li ha portati fino all’abitazione dove è stata trovata la compagna. Sgomento nel quartiere per il macabro ritrovamento. «E' una storia incredibile, non riesco a crederci» commenta un abitante. "Litigavano spesso, ma non mi sarei mai aspettato una cosa del genere» aggiunge un vicino. 

(Youtube/Pupia Crime)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità