Notizie locali
Pubblicità

Video

Caltanissetta, evase tasse per 1,3 milioni: nei guai i vertici di azienda di pulizie

Amministratore ai domiciliari e divieto di esercitare per il legale rappresentante. Sequestrata la somma di denaro

Di Redazione
Pubblicità

I vertici di una società di pulizie che opera anche fuori dalla Sicilia e con sede a Caltanissetta sono stati raggiunti da un provvedimento cautelare eseguito dalla Guardia di Finanza nissena. I due sono accusati di irregolarità contabili e fiscali. I provvedimento sono stati firmati dal Gip del Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della locale Procura. Il Tribunale ha anche disposto il sequestro preventivo di beni e disponibilità finanziarie nei confronti della società di capitali per 1,3 milioni di euro.

L’attività investigativa, svolta dal Nucleo di Polizia Economico - Finanziaria di Caltanissetta, ha consentito di accertare come gli indagati sfruttassero le agevolazioni previste dalla normativa fiscale dichiarando investimenti fittizi per l’acquisto di beni strumentali destinati alle imprese del Mezzogiorno e nel settore Ricerca & Sviluppo al fine di compensare i reali debiti maturati verso l’Erario, beneficiando fraudolentemente di un indebito risparmio delle imposte dovute.

L’amministratore di fatto della società è finito ai domiciliari mentre per il legale rappresentate è stato disposto il divieto di esercitare attività imprenditoriale o uffici delle persone giuridiche per un anno.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità