Notizie locali
Pubblicità

Video

Mattarella: «Il futuro del Paese va costruito sulla cultura e sulle competenze»

Il discorso del presidente della Repubblica all'inaugurazione dell'anno accademico dell'università Kore di Enna

Di Redazione
Pubblicità

«Costruire il futuro del nostro Paese sulla base della competenza e della cultura che ci ha consento di superare stagioni e probemi gravi e drammatici». Lo ha detto il Presidente della Repubblica nel corso dell’inaugurazione dell’anno accademico all’università Kore di Enna.

«Senza l’opera della comunità scientifica il mondo sarebbe in ginocchio di fronte a questa pandemia. Abbiamo fronteggiato il virus grazie alla collaborazione della comunità scientifica, la comunità scientifica ha lavorato senza confini. Auspichiamo che non ci siano nuove pandemie, un nemico comune che mette a rischio il genere umano dovrebbe far trovare le ragioni per il dialogo».

«Siamo lietissimi che Zaki sia tornato in libertà» ha poi aggiunto il presidente riferendosi anche all'intervento di Rimon Karam, lo studente originario dell'Egitto della Kore che ha preso la parola poca prima del Capo dello Stato.  

Il Mediterrano - ha poi aggiunto il Capo dello Stato deve essere «un mare di unione e di civiltà mentre come ha ricordato papa Francesco rischia di essere mare di insidie e pericoli». 

 «Il rettore - ha detto Mattarella - nella sua relazione ha fatto stato della condizione di questo ateneo che mi pare si possa davvero dire passato alla terza età, quella degli uomini, un sogno realizzato e una sfida vinta. Questo laboratorio in cui ci troviamo di ingegneria sismica così all’avanguardia, la nuova facoltà di medicina, il progetto di un residence per gli studenti manifestano il ruolo di questo ateneo importante in questa zona interna della Sicilia. l’interno della sicilia ha prospettive e potenzialità».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità