Notizie locali
Pubblicità

Video

Olimpiadi, festa per il rientro del karate d'oro Luigi Busà

Il "Gorilla di Avola" è stato accolto da amici, parenti, conoscenti e dal sindaco del suo Comune

Di Lorenzo Magrì
Pubblicità

Vincere l'oro nel karate in Giappone il Paese dove questa disciplina è nata ha qualcosa di incredibile. E l'impresa è riuscita Luigi Busà, il "Gorilla di Avola" oro ai Giochi di Tokyo nella categoria 75 kg di kumite, accolto oggi all'aereoporto Fontanarossa di Catania al suo rientro in Sicilia, dalla famiglia, amici, semplici appassionati e dal sindaco di Avola Luca Cannata e dall'Assessore allo Sport Luciano Bellomo. Un primo caloroso abbraccio prima della festa di stasera al Parco Robinson e quella ufficiale in programma domani sera nella sua Avola.

<Vincere a Tokyo, in Giappone, sicuramente dà un’importanza in più – ci dice felice Luigi dopo l'abbraccio con papà Nello artefice della crescita e dell'esplosione a livello internazionale di questo straordinario campione – e un po’ mi sento predestinato perchè fin da piccolo quando ho cominciato ad andare in palestra con mio papà Nello ero sicuro di poter arrivare lontano. Per il karate ho dato tutto: ho trascurato famiglia, amici e persone ma questa medaglia è bellissima. Adesso mi voglio godere i festeggiamenti e lo farò con tutti quelli che conosco nella mia Avola>.

E all’uscita via alla festa con tifo da stadio, musica, spumante e bandiere italiane e addirittura anche l’Inno di Mameli e Luigi letteralmente sommerso dalle sorelle Lorena e Cristina, papà nello, mamma Giampaola e centinai di amici arrivati da Avola... e la festa continua. Grande Luigi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità