Notizie locali
Pubblicità

Video

Sequestro Elena, il sindaco di Mascalucia: «Forse dinamiche familiari, ma non si mettono in mezzo bambini innocenti»

Di Redazione
Pubblicità

«Sono ore di grande ansia per la nostra comunità e sono personalmente sconvolto da questa notizia. Mi sono messo a disposizione dei carabinieri per aiutare le ricerche anche tramite la protezione civile, i volontari, ma mi è stato riferito che non si tratta di smarrimento o di fuga, ma di altro, probabilmente di dinamiche familiari». Lo ha affermato il sindaco di Mascalucia Enzo Magra sul rapimento di una bambina di 5 anni a Piano Tremestieri. «Ci auguriamo - ha aggiunto - possa risolversi al meglio e nel tempo più breve possibile, non si possono mettere in mezzo bambini innocenti che poi piangono per l’intera vita traumi di tal genere. Speriamo vada tutto bene. Lancio un appello affinché la piccola possa tornare a casa presto sana e salva, anche se il ricordo di quello che le è accaduto la segnerà per sempre».  

Da quanto si è appreso, il nucleo familiare vivrebbe insieme ai nonni della bimba e non è dato sapere, al momento, se vi siano dissidi familiari, per quanto non è stato escluso che i genitori della piccola non sarebbero al momento conviventi. 


 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità