Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Lo zafferano sicano prodotto da Giovanni Graceffa protagonista allo Chef Awards

Di Redazione

L’unico oro che si può utilizzare in cucina per rendere i piatti unici e particolarmente emozionanti.
"Comunque vada sarà un successo", ci ha detto Giovanni Graceffa appena saputo della notizia che gli Chef Antonio Bellanca e Daniele Famà avevano scelto il suo Zafferano come ingrediente fondamentale per i loro piatti sfida al contest Chef Awards. 
In Sicilia si dici “nenti fari can enti si sapi” e a forza di fare bene che lo zafferano sicano arriva dalla campagna di contrada San Vincenzo di Aragona direttamente  nelle mani dei sapienti chef. 
Passione, dedizione e tanta ma tanta pazienza porta sempre ottimi risultati e lo zafferano sicano ne è la testimonianza e la prova che i nostri terreni producono eccellenze e di conseguenza con il meglio si può solo fare bene, anzi benissimo. 
Il 7 di marzo del 2019 i due chef dovranno inventare e poi mettersi ai fuochi per realizzare ognuno un piatto che sarà poi giudicato attraverso un App dai partecipanti all’evento, presso il Ristorante dello Chef Daniele Famà a Gela. 
Questo sarà il primo step di tre sfide che si  concluderanno in Sardegna, dove sarà premiato il miglio Chef d’Italia. 
Per lo zafferano sicano è il secondo apprezzamento  d’eccezione, il primo è stato quello di essere stato protagonista di uno dei piatti del campione italiano di Bia Cous Cous Antonio Bellanca.
Lo zafferano sicano è coltivato con il metodo antico e vuole solo amore, sole e quel poco di acqua che il buon cielo gli manda. 
Certificato di categoria Uno, cioè eccellente,  lavorato interamente a mano poi conservato in vasi di vetro, è sempre pronto per essere utilizzato per tutti gli usi sperimentati fino ad oggi  sia in ambito culinario che in ambito medicamentoso e cosmetico.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: