Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

il processo

Il vulcanello delle Maccalube che uccise due bambini, assolti Fontana e Gucciardo di Legambiente

Nella riserva l'esplosione provocò la morte dei due bimbi. La Corte d'Appello ha ribaltato la sentenza di primo grado

Di Redazione |

La Corte di Appello di Palermo, ribaltando la sentenza emessa dal tribunale di Agrigento, ha assolto perché il fatto non sussiste Domenico Fontana, ex presidente di Legambiente ed ex assessore all’ambiente del comune di Agrigento, e Daniele Gucciardo, funzionario alla riserva delle Maccalube di Aragona ed attuale presidente del circolo Rabat di Legambiente ad Agrigento.

La vicenda è relativa alla morte di Laura e Carmelo Mulone, i bambini di 7 e 9 anni morti nel settembre del 2014 a causa all’esplosione di uno dei vulcanelli della riserva delle Maccalube di Aragona. In primo grado Fontana era stato condannato a 6 anni di reclusione mentre 5 anni e 3 mesi era stata la pena inflitta a Gucciardo. Un terzo imputato, Francesco Gendusa, dirigente responsabile delle aree protette, era stato assolto.

Legambiente

«Anche in questo momento in cui è stata riconosciuta l’innocenza dei nostri dirigenti Mimmo Fontana e Daniele Gucciardo e di Legambiente Sicilia, il nostro pensiero rispettoso va ai due bambini Mulone, la cui vita è stata spezzata da una tragedia infinita, e ai loro cari. È stata riconosciuta in pieno la nostra totale estraneità a quanto accaduto, che abbiamo sostenuto con forza nelle fasi di indagini e durante il processo di primo grado e nell’appello. Ringraziamo gli avvocati del nostro collegio difensivo, in primis lo scomparso Luca Petrucci, che col loro lavoro hanno permesso di arrivare a questa sentenza di assoluzione». Questo è il commento di Stefano Ciafani e Tommaso Castronovo, rispettivamente presidente nazionale e regionale di Legambiente, sulla sentenza che ha assolto Mimmo Fontana, Daniele Gucciardo e Legambiente Sicilia.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati