Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

Appalti, sequestrati documenti al Comune di Termini

Appalti, sequestrati documenti al Comune di Termini

Di Redazione |

PALERMO – Documenti su appalti e incarichi sono stati sequestrati dai carabinieri e dalla guardia di finanza negli uffici del Comune di Termini Imerese. L’inchiesta prende spunto da denunce su presunti casi di voto di scambio in occasione delle ultime elezioni amministrative. Sviluppando quel filone d’indagine, la Procura sarebbe risalita a presunte irregolarità nella gestione di affidamenti di servizi e di incarichi professionali. Gli appalti sui quali indaga la Procura sono quelli per la gestione delle strisce blu e per alcuni servizi cimiteriali complementari. Il primo, che era scaduto, deve essere rinnovato. La nuova gara è stata espletata ma le procedure, ha precisato il sindaco Salvatore Burrafato, non sono ancora concluse. In precedenza la gestione dei parcheggi a pagamenti era affidata alla stessa cooperativa che ha curato alcuni servizi cimiteriali fino all’anno scorso quando il Comune ha passato la gestione dei loculi a una società con un contratto di project financing. Per acquisire i documenti, la Procura avrebbe iscritto nel registro degli indagati un rappresentante della cooperativa, un ex assessore e un ex consigliere comunale. L’indagine, ha precisato il procuratore Alfredo Morvillo, non ha alcuna relazione diretta con quella sul voto di scambio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: