Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

Archivio

Milano: morto a 94 anni Angelo Ratti, fu deportato a Mauthausen

Di Redazione |

Milano, 26 ago. (Adnkronos) – E’ morto a Milano a 94 anni Angelo Ratti, antifascista, deportato durante la seconda guerra mondiale nel campo di concentramento di Mauthausen. Ne dà notizia il presidente dell’Anpi provinciale di Milano, Roberto Cenati.

“Ho avuto modo di conoscere Angelo, punto di forza dell’Aned di Milano. Angelo era sempre disponibile a raccontare le sue terribili vicissitudini. Non si sottraeva mai agli inviti che come Anpi gli rivolgevamo per testimoniare nelle scuole, alle giovani generazioni, con grande sensibilità, la sua tragica esperienza e le nefandezze commesse dai nazifascisti. La notizia della sua scomparsa ci ha profondamente addolorato. Angelo rimarrà sempre nei nostri cuori per il suo instancabile impegno per i valori della Memoria e della conoscenza storica”, scrive Cenati.

Ratti era nato a Cernusco sul Naviglio il 2 maggio del 1926. Per la sua scelta antifascista (il padre era socialista) viene arrestato dalle SS con cinque suoi compagni. Il 18 dicembre 1943, arrivano da Milano alcuni militari tedeschi che, casa per casa, arrestano tutti i componenti del gruppo: Roberto Camerani, Ennio Sala, Quinto Calloni, Virginio Oriani e Pierino Colombo. Angelo, a soli 17 anni, viene trasportato, con i suoi compagni, nel carcere di San Vittore, a MilanoCOPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: