Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Verso le elezioni

Caserta vicino al sì tra i progressisti, rebus centrodestra

Fratelli d'Italia sarebbe sul punto di ufficializzare il nome del candidato con la new entry di Manlio Messina

Di Cesare La Marca |

La giostra dei nomi gira a tutta velocità in queste ore sui due fronti degli schieramenti, tra ultimissime riserve da sciogliere, da parte dei progressisti, e tavoli regionali e nazionali del centrodestra in vista, mentre Fratelli d’Italia sarebbe sul punto di ufficializzare il candidato da proporre, con la eventuale “new entry” tra i papabili del deputato nazionale Manlio Messina, oltre a Razza, Parisi e Arcidiacono – come confermano fonti della coalizione – dopo il vertice romano presieduto ieri da Giorgia Meloni.

Oggi scadranno le 72 ore di riflessione

Il tempo scorre e oggi sul fronte progressista scadranno le 72 ore di riflessione sulla scelta del professore Maurizio Caserta, individuato quale candidato da M5S, Pd, Sinistra Italiana, Europa Verde e Forum civico CataniaPuò dopo la marcia indietro di Emiliano Abramo. Dovrebbe essere questa la candidatura definitiva, su cui il docente di economia è ora deciso dopo le precedenti remore, mentre all’esame del M5S c’è la vicesindacatura, che vede in lizza l’ex ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, l’ex deputata regionale Gianina Ciancio e il capogruppo consiliare uscente Graziano Bonaccorsi.

Nel centrodestra si attende appunto il nome di Fratelli d’Italia, mentre la Lega ribadisce la proposta di Valeria Sudano, che se confermata potrebbe portare gli autonomisti a correre da soli, con la discesa in campo di Raffaele Lombardo.

La Dc smentisce l’appoggio a Zappalà

Intanto la Democrazia Cristiana «che ha recentemente partecipato alle elezioni regionali e che oggi è presente all’Ars con cinque deputati e due assessori» smentisce l’appoggio al candidato sindaco Lanfranco Zappalà. «Siamo componenti del governo e alleati affidabili e fedeli della coalizione di centrodestra che guida la Regione. La scelta del candidato sindaco di Catania – ha detto l’assessore regionale alle Autonomie locali Andrea Messina – è attualmente oggetto di confronto tra i partiti della coalizione che stanno valutando la migliore proposta nell’interesse della buona amministrazione della città. Come precisato anche dal commissario regionale della Dc Totò Cuffaro, le dichiarazioni rese in questi giorni attraverso la stampa sono frutto di esternazioni rese da soggetti che nulla hanno a che fare con la Dc che noi rappresentiamo in seno al governo e che, con il simbolo della bandiera crociata di sturziana memoria, è registrata come gruppo parlamentare all’Ars».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: