Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

Catania

Aggredito medico del pronto soccorso pediatrico del San Marco

La denuncia è di Carmelo Urzì, segretario dell’Ugl di Catania 

Di Redazione |

Un medico del pronto soccorso pediatrico dell’ospedale San Marco di Catania è stato aggredito e colpito violentemente al volto dal padre di una ragazza che aveva portato in ospedale la figlia per alcune cure di lieve entità. L'uomo, che ha anche spintonato una infermiera, è stato poi bloccato dalle guardie giurate, che hanno poi chiamato la Polizia di Stato.

E’ accaduto ieri pomeriggio. A renderlo noto è il segretario dell’Ugl di Catania Carmelo Urzì, che esprime "ferma condanna" per l’accaduto e conferma «piena solidarietà e vicinanza ai lavoratori che sono stati aggrediti ed a tutti i dipendenti dell’azienda ospedaliera coinvolti in questo frangente di assoluta follia». 

«Abbiamo piena fiducia nell’operato degli inquirenti – dice Urzì – e ringraziamo le unità lavorative della sicurezza (in appalto a una ditta privata) che hanno evitato conseguenze ben più gravi. In un grande ospedale come lo è in San Marco non è normale che non sia presente un posto di Polizia ed è ancora più assurdo che luoghi delicati come il pronto soccorso pediatrico, non siano provvisti di apposito sistema di videosorveglianza». "Medici e personale ospedaliero in generale – aggiunge Urzì – non vanno sfiorati neanche con un dito e su questo punto di vista in questi anni abbiamo fatto passi da gigante in Italia in materia penale, ma la prevenzione non è mai abbastanza. Facciamo appello quindi a tutte le istituzioni perché si ponga in essere ogni sforzo preventivo per sedare questa escalation di violenza, soprattutto in contesti altamente fragili come gli ospedali". COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA