Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

Catania

Ancora un blitz dei carabinieri a Librino: presi due pusher muniti di tariffario-menù della droga

Uno dei due arrestati è stato trovato in possesso della somma di 857 euro, nonché di una busta contenente vari involucri

Di Redazione |

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa, hanno arrestato due pregiudicati catanesi di 28 e 29 anni per detenzione e spaccio di stupefacenti. L’attività investigativa dei militari ha consentito loro di concentrare l’attenzione, ancora una volta, in quel locale tecnico condominiale di viale Moncada, nel quartiere catanese di Librino, medesimo obiettivo dove solo qualche giorno addietro gli stessi militari avevano arrestato due spacciatori “colleghi” del 28enne e del 29enne con i quali oggi quest’ultimi, come già disposto dall’Autorità Giudiziaria in sede di convalida condividono la stessa casa circondariale di Catania Piazza Lanza, nonché avevano sorpreso anche un acquirente, detenuto ai domiciliari, evaso all’occorrenza proprio per acquistare la droga.

E’ evidente però che, nonostante i primi arresti, la collocazione logistica del punto vendita sia stata ritenuta particolarmente redditizia dagli spacciatori, nonché di agevole controllo nel caso di servizi antidroga delle forze dell’ordine.

Non dello stesso avviso sono stati i militari che in serata, sfruttando la momentanea disattenzione di una vedetta dotata di radio ricetrasmittente, hanno fatto il loro accesso all’interno del palazzo imbattendosi poi in un altro giovane di vedetta, posto in “seconda linea di controllo”, che però, avendoli notati, si è dato alla fuga diramando ai complici l’allarme via radio. In quei concitati momenti i militari, sfruttando un portone lasciato incautamente aperto da un acquirente, hanno fatto il loro accesso all’interno del cantinato sorprendendo i due spacciatori che, a seguito dell’allarme ormai diffuso, stavano tentando la fuga.

Quest’ultimi sono stati bloccati e perquisiti ed il 28enne, in particolare, è stato trovato in possesso della somma di 857 euro, nonché di una busta contenente vari involucri al cui interno, complessivamente, sono stati rinvenuti 510 grammi di cocaina in pietra, circa 9 grammi di crack sfusi e 32 dosi già suddivise per la vendita al dettaglio, 98 dosi di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento della droga. Analogamente, come in occasione del precedente arresto, i militari hanno rinvenuto anche il medesimo precedente già sequestrato qualche giorno prima agli spacciatori già arrestati, un manoscritto consistente nel prezziario inerente il prezzo di vendita e all’equivalenza peso droga-denaro praticata agli acquirenti.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati