Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

il vulcano

Etna, l’attività stromboliana non si ferma ma stavolta non c’è l’incubo cenere

L'Ingv ha segnalato esplosioni di intensità variabile dal cratere di Sud Est

Di Redazione |

L’Etna non si ferma. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha infatti comunica che dall’analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza, è stato osservato che continual’attività stromboliana al cratere di Sud-Est.

Una attività, a carattere variabile sia in intensità sia in frequenza delle singole esplosioni, che produce delle modeste emissioni di cenere che si disperdono rapidamente in prossimità dell’area sommitale.

L’ampiezza media del tremore vulcanico continua a mostrare un andamento variabile nel tempo, con rapide oscillazioni tra i valori medi ed elevati e sorgenti localizzate nell’area del cratere di Sud Est. Per quanto riguarda l’attività infrasonica, la presenza di vento di forte intensità non ha consentito di effettuare una stima affidabile del tasso di accadimento degli eventi infrasonici e della loro localizzazione. Tuttavia dalla visualizzazione dei sismogrammi, laddove è stato possibile effettuare una valutazione, lesorgenti risultano localizzate nell’area del cratere di Sud-Est.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA