Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

Processi

Fratellini morti nella riserva di Macalube, imputati tutti assolti in appello

Carmelo e Laura Mulone, 9 e 7 anni, furono travolti dal fango mentre facevano una passeggiata insieme al padre. Era il 27 settembre del 2014

Di Redazione |

La corte di appello di Palermo presieduta da Michele Calvisi ha assolto tutti gli imputati per la morte dei due fratellini Carmelo e Laura Mulone, di 9 e 7 anni, nella riserva naturale Macalube di Aragona. Sono stati assolti l’allora direttore della riserva Domenico Fontana ed ex presidente di Legambiente (6 anni in primo grado) e l’operatore della riserva Daniele Gucciardo (5 anni e 3 mesi in primo grado).Confermata l’assoluzione del funzionario della Regione, Francesco Gendusa, assistito dagli avvocati Pasquale Contorno, Giuseppe Immordino e Nicolò Grillo, Stessa formula estesa anche agli altri imputati, difesi dagli avvocati Vincenzo Lo Re, Giulio Vasaturo e Daniela Ciancimino. Nessuna responsabilità civile da parte di Legambiente, assistita dagli avvocati Fausto Amato e Marco Manno. Secondo gli avvocati difensori erano altri soggetti e non gli imputati che avevano responsabilità per la tragica morte dei due fratellini e non chi è finito sotto processo.

Il 27 settembre del 2014, i fratellini furono travolti da un’ondata di fango mentre facevano una passeggiata insieme al padre. Cade anche la condanna a risarcire i danni. Legambiente Sicilia proprio ieri aveva firmato una transazione con i genitori dei due piccoli. In caso di condanna o assoluzione avrebbero pagato le parcelle degli avvocati dei due genitori. “Un gesto di vicinanza alla famiglia – spiegano i legali dell’associazione – per l’immane tragedia subita ambientalista».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA