Notizie Locali


SEZIONI
Catania 10°

catania

Nella casa del neomelodico Pino Rosselli a San Giorgio armi e 18 chili di droga: arrestato insieme al figlio

Il blitz dei carabinieri: hashish, marijuana e cocaina nella stanza con gli strumenti musicali

Di Redazione |

La loro casa del quartiere San Giorgio a Catania era diventata una deposito di armi e un bazar della droga. Alla fine padre e figlio sono finiti in manette con i carabinieri che hanno sequestrato 18 chili di stupefacenti, un fucile a canne mozze e una pistola. Lui è Pino Rosselli, 42 anni, noto cantante neomelodico, l’altro è il figlio di 19 anni.

Cosa hanno trovato i carabinieri

In totale i militari hanno scoperto 16 chili di marijuana, quasi 2 chili di hashish nonché svariate dosi di cocaina, MDMA, ketamina, ecstasy e materiale vario per il taglio e il confezionamento dello stupefacente. E poi un fucile calibro 12 a canne mozze, rubato nel 1990 a Palagonia, una pistola di fabbricazione belga cal. 38 perfettamente funzionante, 40 cartucce di vario genere e oltre 1500 euro in contanti. L’operazione è stata messa a segno dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Catania Piazza Dante. Gli indagati sono due catanesi, padre e figlio, di 42 e 19 anni, che per alcuni giorni sono stati messi sotto osservazione da parte dei militari. Il blitz è scattato nell’abitazione dei due, nel quartiere San Giorgio e al termine della perquisizione sono stati tutti e due arrestati per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di arma e munizionamento e ricettazione.

La droga e le armi sono state trovate in una stanza dell’appartamento, dove erano presenti anche strumenti musicali, una pianola e apparecchi tecnici di registrazione e, ironia della sorte, un libro dal titolo “Le barzellette sui Carabinieri”. Il neomelodico catanese arrestato è originario di “Picanello”, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, già denunciato dai Carabinieri nel 2019 per detenzione e spaccio di droga.

Il giudice ha convalidato l’arresto dei due disponendo per Pino Rosselli la custodia cautelare in carcere mentre, mentre il figlio 19enne, è stato rimesso in libertà.  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati