Notizie Locali


SEZIONI
°

BOLOGNA

Estorsione, domiciliari e obbligo dimora

Di Redazione |

BOLOGNA, 28 GEN – Arresti domiciliari per Danilo Piccinini, obbligo di dimora nel comune di residenza, in Lombardia, per Aldo Milani. Sono le decisioni del Gip di Modena Eleonora De Marco, che ha convalidato gli arresti dei due indagati per concorso in estorsione: Piccinini e Milani, il primo responsabile di una società di consulenza, il secondo coordinatore nazionale ‘Si Cobas’, erano finiti in manette giovedì a Castelnuovo Rangone, dentro la sede dell’azienda Alcar Uno della famiglia Levoni. In un blitz della squadra mobile sono stati sorpresi mentre ritiravano cinquemila euro che i Levoni, in accordo con le forze dell’ordine, avevano appena consegnato. Stando alle indagini la somma sarebbe solo una prima tranche di un pagamento da novantamila euro che i due avrebbero preteso dai Levoni per fermare le proteste del sindacato, con interruzione dei lavori nell’azienda. La Procura, con il Pm Claudia Natalini, aveva chiesto per entrambi i domiciliari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA