Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

agenzia

Al via la terza edizione di EWA – Empowering Women in Agrifood

Di Redazione |

ROMA (ITALPRESS) – EWA – Empowering Women in Agrifood – il programma di imprenditoria femminile promosso da EIT Food, Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia nonchê organo dell’Unione Europea, torna in Italia per supportare idee e startup early stage. EWA seleziona dieci partecipanti che possono accedere a un percorso di formazione, tutoraggio e networking. Il percorso di sei mesi si conclude con un demo day dove una giuria esterna seleziona ii due progetti piú interessanti che ricevono un premio in denaro, di 10mila euro a fondo perduto per la prima classificata e di 5 mila per la seconda. Il programma, declinato contemporaneamente in dodici paesi europei, ha l’obiettivo di far emergere lo straordinario potenziale dell’imprenditoria femminile e vuole contribuire a superare il divario di genere ancora esistente, promuovere ulteriormente la presenza femminile in posizioni dirigenziali, e aumentare il numero delle start-up guidate da donne. Inigo Rodilla, Regional Project Manager di EIT Food South, commenta: “Per EIT Food, la paritá di genere non é semplicemente un obiettivo, ma il cuore pulsante di tutto ció che facciamo, soprattutto quando si tratta di innovazione dei sistemi agroalimentari. È per questo che EWA diventa la nostra iniziativa di punta: un richiamo all’azione per le giovani imprenditrici che desiderano lasciare un segno indelebile. Con EWA, non si parla solo dell’Italia, ma di un movimento che interessa l’intero Sud Europa, un luogo dove la tradizione incontra l’innovazione spingendosi verso orizzonti tecnologici avanzati, fondati su un futuro sostenibile e inclusivo. Invito tutte le giovani imprenditrici ad unirsi a EWA nel cammino verso l’innovazione e la sostenibilitá”. Il programma viene implementato in Italia grazie al Future Food Institute, un ecosistema composto da piú organizzazioni che condividono la stessa visione di migliorare il mondo attraverso il cibo: il fulcro é un’anima filantropica, la Fondazione Future Food Institute, impegnata in formazione, ricerca e advocacy, che viene affiancata da Societá Benefit, le quali lavorano per rendere tangibile il cambiamento. Sara Roversi, Presidente del Future Food Institute, aggiunge: “Empowering Women in Agrifood é dedicato alle donne imprenditrici, alle innovatrici che desiderano lasciare un segno positivo nel mondo attraverso idee e progetti innovativi. La nostra missione é fornire loro lo spazio, la conoscenza e il network necessari per trasformare queste idee in realtá concrete, promuovendo un cambiamento sostenibile che rispecchia la forza, la determinazione e l’ingegnositá femminile”. Per partecipare é necessario identificarsi nel genere femminile, essere residenti in Italia e avere un progetto nel settore dell’agrifood che sia allineato alle tre missioni di EIT Food; si puó trattare di un’idea imprenditoriale solida o di una societá giá costituita da massimo 3 anni e che abbia ricevuto meno di 60,000 euro da fondi pubblici e/o privati. Le candidature possono essere presentate fino al 24 maggio 2024 gratuitamente sulla piattaforma di F6s registrandosi e seguendo le indicazioni di questo link https://eitfoodsouth.typeform.com/to/qbLkZsFo. Per l’edizione 2023 hanno ricevuto i primi due premi: Diana Zagarella, di OlivAir, che ha proposto l’utilizzo di droni per migliorare il sistema di raccolta delle olive, e Martina Riolino, di Zoê Food Evolution, che ha proposto un format per ristoranti vegani. -foto screenshot sito Eit Food – (ITALPRESS). mgg/com 10-Mag-24 14:38

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: