Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

MOSCA

‘Forse ex scienziato dietro gas nervino’

Di Redazione |

MOSCA, 5 LUG – L’ex direttore dei servizi segreti russi (Fsb) e ora deputato, Nikolai Kovalyov, sostiene che potrebbe esserci un ex impiegato del laboratorio militare britannico di Porton Down mentalmente instabile dietro gli avvelenamenti con agente nervino Novichok avvenuti a Salisbury e Amesbury. Non fornisce però alcuna prova delle sue conclusioni. “Per me è ovvio, data la mia esperienza e l’analisi della situazione, che la teoria principale dovrebbe essere quella del coinvolgimento” negli avvelenamenti “di una delle persone che hanno progettato questa sostanza tossica, l’A234, anche noto come Novichok”, ha detto Kovalyov. Secondo l’ex capo dell’Fsb, questa persona potrebbe essere arrabbiata perché ha smesso di lavorare nel laboratorio britannico, volontariamente o perché costretta, e “ha proseguito i suoi esperimenti disumani sulle persone”. Sempre stando a Kovalyov, potrebbe trattarsi di una persona mentalmente instabile e “ossessionata” dalla continuazione dei suoi esperimenti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA