Notizie Locali


SEZIONI
Catania 9°

energia

Il ministro Urso alla 3Sun: «La concorrenza cinese si vince con la qualità»

La visita alla Gigafactory di Catania. Pogliese: «Semplificazione amministrativa assoluto per convincere le grandi aziende a investire»

Di Redazione |

«Oggi lo stabilimento 3Sun di Catania può diventare davvero il primo impianto fotovoltaico d’Europa, anche perché in questi mesi ci saranno importanti investimenti in Italia sul consumo di fotovoltaico, perché siamo in procinto di varare nelle prossime settimane il piano transizione 5.0 che prevede incentivi significativi sotto forma di crediti fiscali alle imprese che intendono innovarsi digitalizzando i propri impianti». Lo ha detto a ReiTv il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, che oggi è a Catania per visitare la linea produttiva della Gigafactory di 3Sun assieme al governatore Renato Schifani e all’assessore regionale alle Attività produttive Edy Tamajo, accompagnati dal Ceo di Enel, Flavio Cattaneo.

Urso ha spiegato che ai 6 miliardi e 400 milioni di euro del piano industria 4.0 si sommano i 6 miliardi e 300 milioni «che siamo riusciti a ricavare nell’ultima contrattazione con l’Europa dai fondi del Pnrr». «Questa somma ci consente di realizzare un piano più vasto – ha aggiunto – è chiaro che a fronte di un mercato in cui giungono in Europa e in Italia prodotti cinesi a bassissimo costo e spesso anche con scarsa efficienza, noi orienteremo gli incentivi sugli impianti fotovoltaici a più alta qualità affinché siano sempre più competitivi».

Pogliese: «La semplificazione amministrativa per convincere imprese a investire»

«La visita di oggi di Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy, al cantiere della fabbrica 3Sun di Enel Green Power, che si sta realizzando alla zona industriale di Catania, e che una volta completato, diventerà la più grande fabbrica europea per la produzione di pannelli fotovoltaici, testimonia l’attenzione che il Governo ha per lo sviluppo economico e occupazionale del Mezzogiorno e della Sicilia. In tal senso va letta la decisione del governo Meloni, come spiegato dal ministro Urso, di inserire nel decreto energia una norma che prevede che l’Enea stabilisca dei criteri di qualità, così che gli incentivi pubblici vadano a quei pannelli fotovoltaici più avanzati prodotti in Europa per contrastare la concorrenza sleale dei pannelli cinesi venduti sottocosto». Lo dichiara Salvo Pogliese che ha accompagnato il ministro Adolfo Urso in visita, con il presidente della Regione Renato Schifani, al cantiere della 3Sun di Enel Green Power di Catania.

«Per Catania la fabbrica di Enel Green Power – continua il Senatore di FdI – rappresenta un’imprescindibile occasione di sviluppo economico con importanti ricadute occupazionali; saranno, infatti, oltre 1000 le nuove assunzioni entro il 2024 con un investimento complessivo di 500 milioni di euro. Un risultato possibile, come hanno evidenziato il ministro Adolfo Urso e l’a.d. di Enel Flavio Cattaneo, grazie alla velocizzazione delle pratiche burocratiche-amministrative attuata durante la mia Amministrazione, con Enrico Trantino assessore all’Urbanistica, che ha consentito di risparmiare molti mesi rispetto alla tempistica media di queste operazioni. Infatti, si è passati dagli oltre 10 mesi che necessitavano, fino a qualche anno prima, per queste procedure a un iter velocizzato di soli 45 giorni per tutte le autorizzazioni».

«La decisione di Enel Green Power di puntare sulla nostra città – conclude Pogliese – testimonia le potenzialità enormi del nostro territorio e il valore assoluto della semplificazione amministrativa, come è già avvenuto anche per l’investimento strategico di St».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA