Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

CALCIO

Serie C, il Catania respira: ma Zeoli a Sorrento dovrà rinunciare a due pedine fondamentali

La vittoria nel derby col Messina ha dato una boccata d'ossigeno ai rossazzurri, anche se l'incubo play out non è ancora del tutto scongiurato

Di Giovanni Finocchiaro |

I conti alla fine. Anche se la vittoria del Catania ai danni del Messina ha permesso a club, squadra, staff, tifosi di respirare dopo tre sconfitte di fila, i play out non sono stati scongiurati. Mancano due punti, forse ne basterebbe uno solo. Ma le ultime due giornate propongono scontri incrociati a più non posso. La squadra allenata da Zeoli, più che usare i calcoli della probabilità, penserà da domani a lavorare sul campo per preparare al meglio la gara di Sorrento, poi quella interna con il Benevento.

Il problema è che a centrocampo, Zeoli rischia più che seriamente di non avere due elementi importanti: Zammarini che si è fatto male durante il riscaldamento della gara con i giallorossi, e Peralta uscito prima del riposo. Come prevedono i protocolli, nelle prossime ore lo staff medico procederà a controlli più approfonditi. Lo stesso Zeoli durante il match ha operato le scelte più giuste rinunciando a due uomini che considerava essenziali, non a torto. A Sorrento si vedrà, anche perché non è detto che rientri Sturaro, sempre più oggetto misterioso di questa seconda parte della stagione.

Sarà un martedì di ripresa degli allenamenti, al Massimino, con il fine ultimo di preparare il duello con il Sorrento senza abbassare la guardia, così come ha fatto la squadra in un finale, quello con il Messina, in cui ha rispedito al mittente i tentativi degli uomini di Modica di raddrizzare l’esito del confronto.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati