Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

Coltivazioni

La Sicilia a rischio siccità. Coldiretti denuncia: «L’acqua viene dispersa»

Dalla Piana di Catania al Trapanese, gli agricoltori costretti a irrigazioni di soccorso con costi aggiuntivi

Di Redazione |

"Dalle alluvioni alla siccità. Per la Piana di Catania non c'è pace a causa di un sistema irriguo che definire fatiscente è dir poco". Lo dice Coldiretti Sicilia a proposito della situazione che stanno vivendo gli imprenditori agricoli che da oltre un mese non ricevono acqua dal Consorzio di bonifica che dovrebbe servire l’area di Scordia. "Anche chi ha sistemi di irrigazione moderni – sottolinea Coldiretti Sicilia – non ha più come bagnare gli agrumi con un conseguente stress idrico a causa delle alte temperature. Ma anche i fichidindia, i seminativi, gli ortaggi sono a secco e gli agricoltori, laddove è possibile, devono provvedere alle irrigazioni di soccorso con costi aggiuntivi". 

Non stanno meglio le altre zone della Sicilia. Nel trapanese l’acqua della Diga Trinità è stata versata a mare. "Questo significa che gli agricoltori non potranno irrigare, ma – sottolinea Coldiretti Sicilia – se il Consorzio avesse allertato gli imprenditori con un adeguato anticipo, si sarebbe potuto programmare l’investimento in modo adeguato alle risorse. Come ogni anno ancora una volta la Sicilia quando piove si allaga e non una goccia viene conservata o meglio tutto il risparmio viene disperso. Quindi, anziché provvedere alla sistemazione dei bacini si assiste a una vera e propria commedia ridicola. Non è più possibile che ci siano ancora commissari a gestire una risorsa vitale come l’acqua", conclude Coldiretti Sicilia. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA