Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

ROMA

Paul Beatty, l’America è passata di moda

Di Redazione |

ROMA, 16 MAR – L’America? “E’ passata di moda” dice lo scrittore Paul Beatty, primo americano a vincere il Man Booker Prize, nel 2016, con ‘Lo schiavista’ (Fazi) in cui ha immaginato, ribaltando la prospettiva, che un esponente della piccola borghesia afroamericana abbia uno schiavo e venga accusato di reintrodurre la segregazione razziale. La questione dei neri si trova anche in ‘Slumberland’, il libro precedente uscito ora in Italia, sempre per Fazi, con cui è atteso il 19 marzo a ‘Libri Come’, la festa del libro e della lettura all’Auditorium Parco della Musica di Roma, che si inaugura il 16 marzo con un’apertura speciale in 14 biblioteche romane. E’ la storia di dj Darky, nero di Los Angeles che va a Berlino quando sta per cadere il muro inseguendo il sogno di trovare il mitico musicista dell’avanguardia jazz Charles Stone, in arte Schwa. E’ “troppo presto per dire qualcosa sull’America di Trump. Nell’aria c’e’ la minaccia di un cambiamento che deve ancora avvenire” spiega all’Ansa lo scrittore.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: