Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

Cultura

Naxoslegge, al liceo la lezione di Tolkien

Il progetto di un Parco letterario a Naxos sulle tracce di scrittori italiani e stranieri

Di Redazione |

Il genere fantasy al liceo con Tolkien, Naxos e il turismo letterario sulle orme degli scrittori, storie di donne “invisibili” con il romanzo dedicato Emilia Luti, semi sconosciuta, sinora, “editor” di Alessandro Manzoni. E poi il ricordo di un grande atleta del Sud, il campioni olimpico – e plurilaureato – Pietro Mennea, scomparso prematuramente a 61 anni nel 2013, che sarà raccontato agli studenti del liceo; le radici siciliane della scrittrice Elsa Morante (il padre biologico era di Santa Margherita di Belice; e il ritratto di una grande intellettuale,Giovanni Testori, scrittore, giornalista, critico d’arte e letterario, poeta, drammaturgo e regista teatrale. Sono i principali appuntamenti della quarta e ultima settimana della XIII edizione di NaxosLegge, festival delle narrazioni, della lettura e del libro diretto da Fulvia Toscano.

Padre della narrativa fantasy e della letteratura epica anglosassone, J.R.R. Tolkien – autore della celebre trilogia de “Il Signore degli anelli” è approdato al liceo Caminiti di Giardini Naxos in collaborazione con il Cepell (Centro per il libro e la lettura del MIC, Ministero della Cultura). Al dibattito ha partecipato Oronzo Cilli, tra i massimi esperti dell’autore, membro della Tolkien Society britannica e curatore della mostra in allestimento a Roma, organizzata dal MIC (Ministero della Cultura) e che sarà inaugurata nel prossimo mese di novembre. Sono intervenuti Angelo Cappello e Luciano Lanna (Cepell), Stello Vadalà (direttore Ufficio Scolastico Provinciale di Messina) e Manuela Raneri, dirigente dell’istituto.

Nel pomeriggio, abbinato alla “Giornata internazionale del Turismo” Naxoslegge si è spostata al Parco di Naxos per un seminario dedicato al turismo letterario, un progetto a lungo accarezzato dalla Toscano per proporre itinerari di viaggio sulle tracce di scrittori e dei luoghi in cui sono ambientate le loro opere. Numerosi gli ospiti e altrettante le testimonianze di realtà già “operative” o in fieri: le Università Giovanni Capecchi (Centro TULE- Turismo letterario di Perugia), e Filippo Grasso (UniME) per il progetto degli Scrittori dello Stretto; la casa editrice Il Palindromo con la collana, diretta da Salvatore Ferlita, che promuove percorsi letterari; il Parco Gesualdo Bufalino a Comiso raccontato dalla sindaca Maria Rita Schembari; Adolfo Morganti ha raccontato quello dedicato a Giuseppe Tucci, nelle Marche; Daniela Mena ha illustrato la mappa letteraria da lei ideata in collaborazione col Cepell; mentre Roberto Bruccoleri è intervenuto per la Strada degli scrittori, coordinata dal giornalista Felice Cavallaro.

L’avventura umana e sportiva del campione olimpico Pietro Mennea, velocista pugliese scomparso prematuramente dieci anni fa, sarà al centro di un incontro a scuola il 28 settembre; mentre nel pomeriggio, alle 18 (Lido di Naxos), con Emanuela Fontana, autrice di “La Correttrice”(Mondadori), si parlerà della bambinaia di Manzoni, la giovane fiorentina Emilia Luti che – nel ruolo di editor “ante-litteram” – lavorò per quattro anni con lo scrittore milanese affinando con lui il linguaggio de “I Promessi sposi”, una revisione strategica nella direzione di una lingua viva e parlata. Alle 16, sempre su Manzoni, gli studenti incontrano Roberto Bizzocchi autore di “Romanzo popolare. Come Manzoni ha fatto l’Italia” (Laterza).

Venerdì 29 (Lido di Naxos, ore 17) la protagonista sarà Elsa Morante, con il libro “Elsa, la storia inizia qui” (Navarra Editore) che indaga le radici siciliane della scrittrice, prima donna a vincere il Premio Strega nel 1957 con “L’Isola di Arturo” ma anche autrice di numerosi romanzi, fra cui “Menzogna e sortilegio”, il primo, che sarà affrontato da Margherita Cacioppo, Marinella Fiume e Margherita Rimi moderate da Dora Marchese. Al mattino, al liceo Caminiti (ore 11) proiezione del film su Don Pino Puglisi e incontro con il regista Lorenzo Daniele. A seguire il premio “Legalità e/è Bellezza”assegnato al Centro Padre Nostro di Brancaccio e a Sabrina Bellino, con un coraggiosa testimonianza di denuncia di estorsione.

Sabato 30 settembre si torna al Mume di Messina, h. 17.30, con “Testori corsaro”, di Alessandro Gnocchi (La nave di Teseo) per parlare di un intellettuale (1923-1993) che oggi definiremmo “multitasking”. Scrittore, pittore, poeta e drammaturgo, Testori è indagato da Gnocchi – caporedattore cultura de “Il Giornale” ma anche grande studioso dell’opera di Giovannino Guareschi, autore della saga di “Don Camillo e Peppone” – come editorialista e voce libera del giornalismo italiano tra gli anni Settanta e Ottanta.

Naxoslegge 2023 è realizzato con il sostegno dell’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, del Parco Archeologico Naxos Taormina, dell’Università di Messina – Cospecs DAMS, dell’Ersu e del Cepell (Centro per il Libro e la Cultura, istituto del MIC).COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: