Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

TOMRA: il settore degli imballaggi compie un grande balzo in avanti e abbraccia l'economia circolare

Di Redazione

Gli obiettivi vincolanti spianano la strada a un riciclo di alta qualità

Pubblicità

MÜLHEIM-KÄRLICH, Germania, 30 marzo 2022 /PRNewswire/ -- In concomitanza con il 50° anniversario della sua fondazione, TOMRA ha pubblicato un White Paper dedicato ai vantaggi dei programmi basati sul principio della responsabilità estesa del produttore, o EPR (Extended Producer Responsibility). Tale principio, una volta sancito dalla legge, può rivoluzionare le attività di trattamento dei rifiuti domestici accelerando il passaggio verso un'economia circolare in cui le risorse vengono riutilizzate più volte, ottimizzandone al massimo il valore.

Il nuovo White Paper pubblicato da TOMRA, dal titolo "EPR Unpacked - A Policy Framework for a Circular Economy" (Alla scoperta dei vantaggi dei programmi EPR: un quadro di politiche per accelerare il passaggio all'economia circolare), descrive diversi sistemi basati sul principio della responsabilità estesa del produttore applicabili al settore del riciclo dei rifiuti di imballaggio e può servire ai responsabili politici come utile guida, perché riunisce svariati punti di vista ed esperienze concrete che mirano al miglioramento dei sistemi esistenti.

I sistemi basati sul principio della responsabilità estesa del produttore (EPR) assicurano che i produttori, che immettono gli imballaggi sul mercato, si assumano la responsabilità dell'intero ciclo di vita dei loro imballaggi, dalla progettazione alla raccolta e al riciclo dei rifiuti, fino allo smaltimento finale. Per i produttori, significa dover mettere a disposizione dei fondi per tali attività, e tutto questo, unito al principio guida della gerarchia dei rifiuti, incoraggia la progettazione di imballaggi sostenibili e una gestione più efficiente del processo.

"La nostra esperienza in numerosi mercati in tutti i continenti ci ha insegnato quali metodi possono essere utilizzati per affrontare con successo la gestione dei rifiuti domestici e quali combinazioni funzionano meglio", ha dichiarato Wolfgang Ringel, SVP Public Affairs di TOMRA. "Il risultato è evidente: gli obblighi stabiliti per legge e quindi vincolanti sono la strada giusta per un'azione diretta e attiva a favore della protezione del Pianeta".

Il principio della responsabilità estesa del produttore (EPR) trova applicazione non solo in Europa, ma anche in altre parti del mondo. In Asia, si è passati da singoli progetti sparsi sul territorio a vere e proprie reti intersettoriali, in risposta al dato allarmante che l'80% della plastica finisce negli oceani attraverso i corsi d'acqua del continente asiatico.

Il Sudafrica e il Vietnam hanno recentemente applicato il principio della responsabilità estesa dei produttori al settore degli imballaggi e diversi stati anche negli Stati Uniti stanno attualmente prendendo in considerazione tali misure. Anche se questi sforzi a livello regionale stanno portando a dei risultati, l'armonizzazione delle misure a livello nazionale e internazionale resta una sfida ancora da vincere, ma è la via da percorrere per aprire la strada all'economia circolare.

In Europa, i rigorosi obiettivi fissati nella Direttiva sulla plastica monouso del 2019 hanno portato all'introduzione in quasi tutti gli stati membri della UE di una legislazione sui sistemi di deposito cauzionale degli imballaggi di bevande, che entrerà in vigore al più tardi entro il 2029.

Per ulteriori informazioni sul principio della responsabilità estesa del produttore (EPR), consultare l'Hub TOMRA delle risorse per l'economia circolare.

- L'immagine è disponibile all'indirizzo AP Images (http://www.apimages.com) -

Per contatti:

Mithu Mohren Telefono: +49 2630 9150 450 E-mail: Mithu.Mohren@tomra.com

Informazioni su TOMRA

TOMRA è un'azienda fondata sull'innovazione, nata nel 1972 con la progettazione, la produzione e la vendita di macchine Reverse Vending (Rvm) per la raccolta automatizzata di contenitori per bevande allo scopo di riciclo o riutilizzo. Oggi, TOMRA, grazie a sistemi avanzati di selezione e raccolta che ottimizzano il recupero delle risorse e riducono al minimo i rifiuti nel settore alimentare, del riciclo e minerario, fornisce soluzioni tecnologiche che promuovono un'economia circolare e apre così la strada a un futuro più sostenibile.

TOMRA vanta oltre 100.000 impianti installati in oltre 80 paesi in tutto il mondo e nel 2021 ha fatto registrare un fatturato di circa 10,9 miliardi di corone norvegesi. Il Gruppo TOMRA dà lavoro a circa 4.600 persone in tutto il mondo ed è quotata alla Borsa di Oslo (Oslo Stock Exchange - OSE: TOM).

Per maggiori informazioni su TOMRA, visitare il sito www.tomra.com

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: