Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Sindaco Slavutich, zona Chernobyl ancora sotto minaccia

Città satellite della centrale, 'russi possono tornare'

Di Redazione

ROMA, 25 APR - "Non possiamo sapere cosa c'è nella testa dei russi. Non potevamo aspettarci che si impadronissero delle centrali nucleari. La nostra regione sarà sempre in pericolo fino a quando il sistema in Russia non cambierà. La minaccia esiste sempre". Lo ha detto all'ANSA Yurii Fomichev, sindaco di Slavutich, la città satellite di Chernobyl dove vivono i lavoratori della centrale. Lo stesso sindaco è stato catturato dai russi il 26 marzo per alcune ore, finché non li ha convinti che "in città non c'erano armi né militari armati". Le forze russe si sono ritirate dalla zona di Slavutich tra il 29 marzo e il 3 aprile.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA