Notizie locali
Pubblicità
Il coronavirus tiene a casa anche i delinquentiEcco di quanto sono calati i reati in Sicilia

Covid-19

Il coronavirus tiene a casa anche i delinquenti Ecco di quanto sono calati i reati in Sicilia

Di Redazione

Le misure adottate per contenere il contagio da coronavirus hanno determinato, con la limitazione degli spostamenti delle persone, anche un calo dei reati in Sicilia tra il 1° al 22 marzo 2020 m(rispetto al 2019). In Italia addirittura si è passati dai 146762 delitti dei primi 20 giorni di marzo ai 52596 dei primi 20 giorni di marzo 2020.

Pubblicità

In particolare, la diminuzione più rilevante – come spiega il report sulla delittuosità in Italia elaborato dalla Direzione centrale della polizia criminale del Dipartimento della pubblica sicurezza - riguarda alcuni reati quali lo sfruttamento della prostituzione (-77%), le violenze sessuali (-69%), i furti in genere (-67,4%), i furti in abitazione (-72,5%), i furti con destrezza (-75,8%), le rapine in uffici postali (-73,7%) ed una diminuzione meno rilevante altri reati quali le rapine (-54, 4%) e quelli inerenti gli stupefacenti (-46%).

E in Sicilia? La nostra regione, resta tra quelle che, in assoluto, registrano il maggior numero di reati nel periodo 1° marzo - 22 marzo 2020: la Lombardia 8.541, la Campania 6.208, il Lazio 6.164, la Sicilia 4.665 e poi c’è il Piemonte 4.354.

Ma il calo dei reati è notevole. I furti in Sicilia sono stati 1.829 rispetto a 4.937 (-63%), i danneggiamenti sono passati a 421 a fronte di 957 (-56%); le lesioni dolose a 128 rispetto a 327 (-60,9%), le truffe e frodi informatiche a 469 a fronte di 918 (-48,9%), le rapine a 81 rispetto a 152 (-46,7%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: