Notizie locali
Pubblicità

Salute

Ospedale Garibaldi e la medicina di genere, un binomio indissolubile

Di Redazione

Tra gli eventi all’Arnas Garibaldi si rileva quello organizzato dall’Uosd Rischio Clinico ed Educazione alla salute, diretto dalla dott.ssa Anna Colombo, sull’appropriatezza clinica e le equità delle cure, finalizzato a fornire elementi di rapida applicazione utili nell’ambito della medicina di genere. All’appuntamento, aperto dal dg, dott. Fabrizio De Nicola, hanno dato il proprio contributo numerosi sanitari, specialisti e sociologi, tra cui la dott.ssa Daniela Segreto, Responsabile Comunicazione del Dasoe, il dott. Giuseppe Giammanco, ds dell’Arnas Garibaldi, il prof. Giuseppe Ettore, il dott. Roberto Bordonaro, il dott. Michele Gulizia, il dott. Luigi Sicurella, rispettivamente direttori di Ostericia e Ginecologia, Oncologia, Cardiologia e Neurologia della stessa azienda ospedaliera, il prof. Francesco Frasca, endocrinologo, la dott.ssa Ilenia De Andres, responsabile della Reumatologia del Garibaldi-Centro, la dott.ssa Barbara Busà e la dott.ssa Gabriella Torrisi, rispettivamente dirigente farmacologa e dirigente medico del Garibaldi-Nesima. 
L’incontro ha previsto anche la presentazione del libro “Femminicidio e violenza di genere”, alla presenza dell’autrice, della dott.ssa Carmela Puleo e della dott.ssa Angela Fabiano, rispettivamente referente Codice Rosa e referente del servizio di Psicologia dell’Arnas Garibaldi, nonché della sig.ra Giovanna Zizzo, madre di Laura Russo, la bambina di San Giovanni La Punta uccisa nel sonno dal padre, e della sig.ra Vera Squadrito, mamma di Giordana Di Stefano, uccisa sei anni fa dal suo compagno.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: