Notizie locali
Pubblicità

Sport

Ora è ufficiale: Benedetto Mancini si è aggiudicato il ramo sportivo dell'ex Calcio Catania 1946 Spa

Il Tribunale ha completato le valutazioni di suo competenza e ratificato il passaggio della società nelle mani dell'imprenditore laziale

Di Giovanni Finocchiaro

Il ramo d'azienda sportivo dell'ex Calcio Catania 1946 è, adesso sì, di Benedetto Mancini. Nella tarda mattinata il Tribunale ha autorizzato l'imprenditore a gestire il club chiedendo, adesso, alla Federcalcio il titolo sportivo. Il manager romano era stato l'unico a partecipare alla terza asta competitiva, ieri ha presentato tutta la documentazione e garantito, con il suo nuovo club, il Fc Catania 1946, la disponibilità di 510 mila euro, somma richiesta nel bando dal Tribunale.

Pubblicità

Lo stesso Mancini in mattinata ha tenuto una conferenza stampa per illustrare il suo piano d'azione. «Se il Catania affronterà il Campobasso – ha specificato Mancini – è anche grazie al sottoscritto. Sono stati tanti criticato in questi giorni, adesso chiedo lealtà».

 

 

Ieri Mancini è stato a Torre del Grifo: «Perinetti come direttore generale? Sì, confermo questo nome importante, con lui voglio costruire un ciclo vincente». Altri nomi in entrata? Mancini ne ha spesi parecchi: «Fabrizio De Micheli, che mi segue ovunque, Dario Perugia, che sarà responsabile dello staff medico, e Riccardo Fabbro, che sarà il club manager». Ma ha anche ha annunciato la conferma in blocco dell'attuale staff tecnico e dirigenziale. Pellegrino oggi dovrebbe presentare le sue dimissioni, vedremo e verranno accettate o meno. Mancini non le vuole accettare. Si vedrà.

 

 

Mancini ha chiarito che agirà da solo, senza ex soci Sigi accanto, che il suo progetto su Torre del Grifo non è l'idea principale, ha anche specificato che vuole valorizzare il territorio e i giovani del vivaio. Tanti progetti che il pubblico di Catania dovrà cominciare a conoscere, insieme con un personaggio nuovo che porta dietro di sé consensi ma anche diffidenza.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: