Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

Adnkronos

Europa occidentale: l’aumento del rischio credito mina la capacità delle aziende di far fronte al fabbisogno di liquidità, secondo Atradius

Di Redazione |

3 imprese su 5 in Europa occidentale prevede un aumento delle insolvenze nel prossimo anno. Ciò dipende principalmente dalla capacità di mantenere livelli di liquidità adeguati in un clima di inasprimento dei tempi di pagamento e di crediti inesigibili in rialzo

AMSTERDAM e ROMA, 22 maggio 2024 /PRNewswire/ — Dal sondaggio Atradius emerge una tendenza a rialzo dei crediti inesigibili che impatta negativamente sulle imprese di tutta l’Europa occidentale. Questo fenomeno si riflette nell’aumento del numero di aziende che si trovano in difficoltà nel mantenere sufficienti livelli di liquidità a causa della dilatazione dei tempi medi di pagamento dei clienti (DSO – Days Sales Outstanding) rispetto allo scorso anno che, a sua volta, impatta sulla loro capacità di recupero crediti. Di conseguenza, peggiora la fiducia delle imprese che si mostrano pessimiste sulle aspettative di insolvenza per i prossimi mesi.

Queste le principali preoccupazioni riferite dalle aziende intervistate in 14 mercati (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Spagna, Svezia, Svizzera, Paesi Bassi e Regno Unito) e su 8 settori industriali (agroalimentare, prodotti chimici, edilizia, beni di consumo durevoli, elettronica/TLC, macchinari, acciaio/metalli e trasporti) nel sondaggio “Barometro sui comportamenti di pagamento in Europa Occidentale – edizione 2024” condotto da Atradius, tra i leader mondiali nel settore dell’assicurazione del credito commerciale, fideiussioni e recupero crediti in Italia ed all’estero.

Rispetto allo scorso anno, circa il 20% in più delle aziende coinvolte nell’indagine Atradius teme un significativo peggioramento dei tempi medi di pagamento (DSO) delle aziende clienti. A questo timore fa eco una crescita attesa dei crediti insoluti, che attualmente rappresentano in media l’8% del valore totale delle vendite B2B effettuate a credito, rispetto al 6% dello scorso anno. Questi risultati mettono in luce un indebolimento nella capacità di recupero crediti delle imprese dell’Europa occidentale, che ha suscitato un clima di sfiducia generale tra le aziende sulla propria salute finanziaria. In particolare, 3 aziende intervistate su 5 affermano di essere preoccupate da gravi vincoli alla crescita posti dal difficile contesto economico e stimano, per questo, un aumento delle insolvenze nel corso del prossimo anno.

Dal sondaggio di Atradius emerge inoltre che la fiducia delle imprese della regione viene minata dai timori sulla crescita economica sia nel breve (da uno a un paio d’anni a partire da oggi) che nel lungo termine (dieci anni e oltre). Circa un terzo degli intervistati si mostra pessimista sullo stato di salute delle economie nazionali, a causa degli effetti delle tensioni geopolitiche in corso, delle incertezze sulla politica monetaria e della volatilità dei costi di finanziamento che costringe le imprese a ridurre l’accesso al credito bancario. Una quota significativa degli intervistati (44%) afferma di fare già affidamento al credito commerciale per finanziare le proprie transizioni commerciali. Anche un previsto aumento dei costi per soddisfare gli obiettivi di sostenibilità e adeguarsi alle normative ambientali, è fonte di preoccupazione per le aziende dell’Europa occidentale.

Andreas Tesch, Chief Market Officer di Atradius, ha dichiarato: “Prevediamo che la ripresa dell’attività economica globale resterà modesta quest’anno, con una crescita prevista del PIL mondiale di quasi il 3% nel 2025. Sebbene la tempistica dei tagli dei tassi d’interesse delle banche centrali dipenderà dall’andamento dell’inflazione e del mercato del lavoro, ci aspettiamo che una ripresa dalla forte pressione a cui le imprese sono costrette causa dell’aumento dei tassi d’interesse arriverà solo nel prossimo anno. Questo rafforza le nostre aspettative sul calo delle insolvenze di un -1% nel 2025 su scala globale, e su una stabilizzazione versouna nuova normalità seppur con evidenti differenze tra mercati e i settori”.

Segnali positivi arrivano dal fatto che oltre un terzo delle aziende afferma che si impegnerà in una migliore gestione dell’attività di recupero crediti nei prossimi mesi, al fine di alleviare la pressione del rischio credito dei clienti sulla propria stabilità finanziaria.

“La capacità delle imprese di mitigare l’impatto di condizioni economiche avverse sulle operazioni commerciali sarà fondamentale nel determinare l’andamento delle insolvenze nei prossimi mesi. Tuttavia, per saper affrontare le sfide poste dalle fluttuazioni dei pagamenti B2B è necessario avere un approccio lungimirante alla gestione del rischio credito dei clienti. Fare riscorso all’assicurazione del credito per proteggere i crediti B2B può rivelarsi una scelta strategica per saper cogliere le opportunità di crescita da un’attività commerciale sicura e redditizia, nel contesto attuale di elevata volatilità”, ha concluso Tesch.

Massimo Mancini, Country Director di Atradius per l’Italia, ha aggiunto: “Come emerge dalla nostra indagine, il rischio di credito in ambito di transazioni commerciali tra imprese può avere un effetto dirompente sulla liquidità delle aziende e rappresentare una minaccia significativa alla loro redditività. In periodi di instabilità economica e geopolitica, come quella attuale, la situazione diventa più critica, motivo per il quale cresce la consapevolezza delle aziende sulla necessità di proteggere il circolante attraverso un approccio strategico alla gestione del rischio credito commerciale. In questa logica, assicurare i crediti può offrire un sostegno mirato a mitigare gli impatti negativi del rischio credito sul business e sostenere adeguatamente le aziende in questa fase congiunturale incerta”.

Tutti i reports con i risultati del sondaggio tra aziende dell’Europa Occidentale per l’edizione 2024 del Barometro sui comportamenti di pagamento in Europa Occidentale possono essere scaricatidal sito web di Atradius all’indirizzo Atradius Publications.

AtradiusAtradius è un fornitore globale di assicurazione del credito, fideiussioni assicurative, servizi di recupero crediti e di informazioni commerciali, con una presenza strategica in oltre 50 Paesi. I prodotti offerti da Atradius proteggono le aziende di tutto il mondo dai rischi di insolvenza associati alla vendita di beni e servizi a credito. Atradius fa parte del Grupo Catalana Occidente, uno dei più grandi assicuratori in Spagna e uno dei maggiori assicuratori del credito del mondo. Per ulteriori informazioni https://group.atradius.com

Segui Atradius Italia sui Social Media:Website: https://atradius.itLinkedIn: https://www.linkedin.com/company/atradius-italiaYouTube: https://www.youtube.com/user/atradiusit

Logo – https://mma.prnewswire.com/media/2320608/4499300/Atradius_Logo.jpg

View original content:https://www.prnewswire.com/it/comunicati-stampa/europa-occidentale-laumento-del-rischio-credito-mina-la-capacita-delle-aziende-di-far-fronte-al-fabbisogno-di-liquidita-secondo-atradius-302151910.htmlCOPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: