Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Adnkronos

Innovazione, Bernini: “Immensa stima per Diana Bracco, il Mur sulla ricerca c’è”

Di Redazione |

Roma, 18 sett. “Stimo immensamente Diana Bracco, abbiamo avuto modo di incontrarci in molte occasioni istituzionali”. A scandirlo è stato il ministro dell’Università e Ricerca, Anna Maria Bernini, intervenendo, in collegamento video, all’edizione 2023 del Bracco Innovation Day che si è tenuto oggi a Milano, all’Auditorium dello Human Technopole, e che ha messo al centro l’Intelligenza Artificiale.

Bernini, rivolgendosi alla presidente e Ceo del Gruppo Bracco, Diana Bracco, e ai presenti alla giornata di lavori, ha assicurato che “il Mur sulla ricerca c’è”. Il ministro, che ha appena terminato il Cdm, ha evidenziato inoltre che “il Pnrr avrà un senso se sarà in grado di sopravvivere a se stesso” come ulteriore driver per tutte le ricadute sul Pil, e sul sistema Paese, che arrivano dalla ricerca.

“Abbiamo temi estremamente sfidanti” da affrontare e fra questi “il biomedicale e l’Intelligenza Artificiale applicata al Long Life Learning” ha osservato inoltre Bernini nel suo video-intervento alla giornata di lavori promossa dal Gruppo Bracco.

L’obiettivo del ministro dell’Università e Ricerca, Anna Maria Bernini, è “promuovere l’efficacia passepartout della ricerca”. Tre i punti strategici su cui il ministro Bernini punta il suo lavoro: “la formazione universitaria e nella istituzione che prevedano ricerca e impresa capace di creare”, sostenere “la ricerca come un passepartout” per “fare vivere meglio e più a lungo e con un margine di benessere tutti noi”, “comunicare al di fuori delle aule la ricerca scientifica”.

“Uno dei temi che dobbiamo sostenere è che la ricerca è vita, è normalità, non è una iniziatica modalità chiusa nella ‘turris eburnea’ del Mur” o dei laboratori, ma rappresenta “un benessere immediato per tutto i cittadini” ha scandito il ministro Bernini.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: