Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

Adnkronos

Milano: accordo Comune-tribunale minorenni per svolgimento lavori pubblica utilità

Di Redazione |

Milano, 22 mag. Svolgere lavori di pubblica utilità presso il Comune di Milano: questo l’obiettivo dell’accordo interistituzionale siglato tra l’Amministrazione comunale di Milano e il tribunale per i minorenni di Milano che riconosce Palazzo Marino come azienda ospitante per i lavori di pubblica utilità dedicati a minori e giovani adulti autori di reato. Il progetto è stato presentato oggi durante la seduta delle commissioni consiliari Sviluppo economico e Politiche del lavoro, Welfare e Salute e della sottocommissione Carceri.

Si tratta, spiega la presidente del tribunale per i minorenni di Milano, Maria Carla Gatto, di “una iniziativa di particolare importanza perché rappresenta la collaborazione tra giustizia minorile e Comune di Milano rivolta a rendere effettivo il percorso di responsabilizzazione e di formazione dei giovani entrati nel circuito della devianza con l’obiettivo di facilitarne anche l’inserimento nel contesto sociale attraverso il lavoro”.

Del resto, aggiungono gli assessori Alessia Cappello (Sviluppo economico) e Lamberto Bertolé (Welfare), “pur essendo riconosciuta dalla Costituzione, la funzione rieducativa della pena ancora oggi rischia di rimanere solo un’intenzione nell’ambito del sistema penale italiano”.

Si tratta, invece, di “un principio che, soprattutto per i più giovani, dovrebbe trovare un’applicazione più concreta e costante, per garantire un pieno reinserimento nella società”, sottolineano i due assessori. E “questo accordo, che nasce nell’ambito del Patto per il Lavoro di Milano e dalla collaborazione del welfare milanese con il sistema giudiziario, va proprio nella direzione di creare occasioni di riscatto e ripartenza per le ragazze e i ragazzi autori di reato. I lavori di pubblica utilità, accompagnati da un adeguato supporto educativo, possono essere il punto di partenza di un percorso di formazione e consapevolezza che potrà essere davvero utile una volta concluso il periodo di reclusione”.

Le linee di indirizzo del provvedimento saranno approvate a breve dalla Giunta di Palazzo Marino e prevedono l’individuazione da parte dell’Amministrazione delle sedi che saranno messe a disposizione per lo svolgimento dei lavori, oltre che disciplinare le modalità di esecuzione della pena sostitutiva.

Per favorire la funzione rieducativa e riabilitativa della pena, alla base del sistema italiano, il Comune garantirà il sostegno e l’accompagnamento educativo utile al minore per prendere consapevolezza del disvalore delle proprie azioni e conferire una valenza riparativa al percorso.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: