Notizie Locali


SEZIONI
Catania 30°

Salute

Agrigento ospita il congresso regionale dell’Andi

Una manifestazione che porterà nella Città dei Templi medici odontoiatri di tutta la Sicilia che si confronteranno su “Punti fermi e nuove prospettive”

Di Gaetano Ravanà |

Questo fine settimana Agrigento ospiterà il Congresso regionale dell’Andi, Associazione nazionale dentisti italiani: una manifestazione che porterà nella Città dei Templi medici odontoiatri di tutta la Sicilia che si confronteranno su “Punti fermi e nuove prospettive”. Il Congresso si terrà al Dioscury Bay Palace a partire da questa mattina e fino al pranzo di domani, sabato. A presiedere i lavori saranno il Presidente Andi Sicilia, Andrea Cannavò, e Carlo Ghirlanda, Presidente Nazionale Andi. Il programma scientifico è ricco e variegato e si muove, appunto, avvicendando tradizione e innovazione. Sono, infatti, numerosi i temi che saranno affrontati nel corso dei lavori: implantologia e riabilitazione, progetti terapeutici e attività clinica. Previsto un focus sull’odontoiatria nel tempo della pandemia, mentre diversi interventi tratteranno stimolanti aspetti legati all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali a disposizione del settore. Le relazioni saranno affidate a medici odontoiatri di fama ed esperti, le cui capacità sono ampiamente riconosciute e che ricoprono anche ruoli istituzionali importanti; tra questi, accanto ai rappresentanti degli Atenei universitari siciliani, il presidente nazionale della Cao, la Commissione Albo Odontoiatri, Raffaele Iandolo, e i vertici nazionali dell’Enpam rappresentata da Gianpiero Malagnino. Proprio per la sua valenza formativa, il corso è stato accreditato come evento ECM e darà ai partecipanti 16 crediti. Sabato mattina è previsto anche l’aggiornamento degli ASO, assistenti degli studi odontoiatrici. _“La professione odontoiatrica ha tanti punti fermi, primo fra tutti la nostra Andi che apre alla visione di nuove prospettive” – dice Andrea Cannavò, Presidente regionale Andi, che spiega anche il legame tra quest’idea e l’immagine del territorio agrigentino scelta a rappresentarla. “È prassi consolidata identificare Agrigento con i simboli legati alla Valle dei templi e, più recentemente, con la Scala dei Turchi. Quest’anno abbiamo voluto cambiare prospettiva, aggiungendo a questi straordinari ‘punti fermi’ convenzionali tutta la bellezza della Riserva di Punta Bianca”. Non a caso, in copertina, il depliant propone l’opera “Puntabianca”, di Salvatore Morgante (2022). Per Luigi Burruano, Presidente della Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine dei Medici della provincia, – “la decisione di Andi di ripartire proprio da Agrigento, dopo due anni di Covid e di fermo, ci onora perché è riconoscimento dell’importanza della nostra provincia nel panorama medico odontoiatrico regionale e nello stesso tempo ci stimola a restare sempre aggiornati e pronti per offrire ai cittadini prestazioni di qualità elevata”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: