Notizie Locali


SEZIONI
Catania 10°

Agrigento

Serie C, l’Akragas non molla: 1 a 1 col Matera

Di Fabio Russello |

AKRAGAS – MATERA 1 – 1 

AKRAGAS: Vono, Scrugli, Pisani, Sepe, Russo, Bramati, Gjuci (dal 46’ Saitta), Carrotta, Longo, Salvemini, Moreo (dal 57’ Franchi). All.: Di Napoli. A disp.: Lo Monaco, Tripoli, Ioio, Indelicato, Minacori, Petrucci, Rotulo, Canale.

MATERA: Golubovic, Angelo, Sartore (dal 82’ Battista), Salandria, Giovinco (dal 82 Dammacco, De Falco, Sernicola, Corado (dal 71’ Dugandzic), Maimone, Casoli, De Franco. All.: Auteri. A disp.: Mittica, Buschiazzo,.

ARBITRO: Zufferli di Udine (ass.: Carrelli e Severino di Campobasso)

RETI: 68 Sepe (A), 79’ Giovinco (su rigore)

NOTE: angoli 1 a 8; ammoniti: Pisani, Vono (A).

L’Akragas ci mette il cuore e impone l’1 a 1 al Matera, in un match che i lucani stavano pure perdendo e che sono riusciti ad acciuffare solo grazie ad un rigore piuttosto generoso (il secondo della partita dopo quello fallito da Giovinco nel primo tempo).

Per i biancazzurri – che devono anche affrontare una gravissima crisi societaria – un pari che smuove la classifica e che comunque non allontana troppo dal penultimo posto che significherebbe salvezza da conquistare ai play out.

Il Matera poteva passare nel primo tempo quando al 28’ l’arbitro dà un rigore per un atterramento di Corado da parte di Vono. Giovinco va sul dischetto ma calcia alle stelle.

Nella ripresa, a cavallo della mezzora succede tutto: al 68’ passa l’Akragas. Sepe raccoglie un pallone dal vertice destro dell’area del Matera e il suo diagonale finisce dove Golubovic non può arrivare.

Il Matera però non ci sta: prima al 75’ c’è il miracolo di Vono, che devia in angolo un tiro dal limite di Dugandzic diretto all’incrocio, poi al 79’ il secondo rigore per il Matera. Dugandzic tira ma il pallone sbatte sul braccio di Sepe (che era forse a nemmeno mezzo metro). Per l’arbitro è penalty, sul dischetto va di nuovo Giovinco che stavolta segna. All’87’ l’ultima emozione con Russo che salva sulla linea un bel diagonale di Angelo.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: