Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

BuonGusto

È nel mercato storico della pescheria di Catania il migliore street food d’Italia

Scirocco Sicilian Fish Lab, nato sette anni fa, ha conquistato il vertice della classifica nella guida 50 Top Italy 2024 grazie alla valorizzazione del pescato locale

Di Redazione |

Scirocco Sicilian Fish Lab, lo street food di Catania, dei fratelli Marco e Giacomo Timpanaro, proprio all’ingresso della pescheria, è il migliore Street Food in Italia per la guida 50 Top Italy 2024 – Il Fritturista – Oleificio Zucchi Award.«Nel cuore della pittoresca ”piscaria”, lo storico mercato del pesce di Catania, Scirocco è il punto di riferimento per gli amanti del pesce fritto al momento e servito in versione street food. Caratteristico il locale con un servizio fai da te velocissimo e un menu che esalta la tradizione del pescato siciliano». Questa la recensione sul sito di Luciano Pignataro, tra gli ideatori della guida online 50TopItaly, il progetto firmato Lsdm (Le strade della mozzarella), storico congresso di cucina d’autore in scena dal 2008 a Paestum, e diretto, assieme a Pignataro da Barbara Guerra e Albert Sapere.

Marco Timpanaro

Scirocco Sicilian Fish Lab, riallestito nei locali di una vecchia macelleria, con le mattonelle bianche alle pareti e i ganci per la carne ancora esposti, è nato sette anni fa con l’obiettivo di far gustare pesce fritto e non solo nel cuore del mercato del pesce (uno dei luoghi che valgono il viaggio a Catania) nei tradizionali coni di carta paglia.Calamari, alici, gamberi, bastoncini di macco fritto, verdure in pastella, arancinetti con nero di seppie o polpettine di pesce con baccalà, gamberetti o alici, polpo caldo tagliato a vista, sarde a beccafico, tramezzini di pesce sono gli ingredienti che ogni giorno, sette giorni su sette è possibile consumare.Scirocco Sicilian Fish Lab è stato il primo posto all’interno della pescheria ad avere l’idea di “strutturare” la formula del cibo da strada realizzato con il pesce fresco.«Quando confidai alla mia famiglia di voler aprire questo posto quasi tutti mi scoraggiarono, dicendo che il mercato era un posto chiuso, però questo non mi scoraggiò – ricorda Marco Timpanaro – oggi sono grato ed emozionato per il grande successo ottenuto assieme a tutto lo staff».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA