Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

la sentenza

Corruzione elettorale, condannato a due anni Riccardo Pellegrino: è il vice presidente del Consiglio comunale di Catania

La pena è sospesa e i suoi legali hanno annunciato appello

Di Laura Distefano |

Il vicepresidente del consiglio comunale di Catania, Riccardo Pellegrino, è stato condannato a due anni – pena sospesa – e 250 euro di multa per corruzione elettorale. Questa la sentenza della giudice Dora Anastasi, che lo ha assolto su due dei capi d’imputazione contestati dalla procura. Il processo è l’epilogo di un’inchiesta della Dia coordinata dai pm Tiziana Laudani e Marco Bisogni che portò a scoprire un sistema di compravendita dei consensi – 50 euro a voto – nel corso delle Regionali 2017. Condannati a 6 mesi il padre del politico, Filippo Pellegrino, Giuseppe Panebianco, Ivan Andrea Guarrera, Salvatore Gulisano, Gesualdo Briganti e Salvatore Di Benedetto. Assolti Biagio Susinni e Ascenzio Maesano, rispettivamente ex sindaci di Mascali e Aci Catena, e Antonino Castorina.

La pena è sospesa

Essendo la pena sospesa non ha alcun effetto sul ruolo istituzionale ricoperto da Pellegrino. Che comunque, attraverso il suo difensore, l’avvocato Luca Mirone, ha annunciato il ricorso in appello. «Siamo assolutamente sereni in attesa del deposito della motivazione (tra 90 giorni) che ci consentirà – dice Mirone – di comprendere come possa essere maturato questo giudizio di condanna per tre dei cinque episodi contestati. Ovviamente proporremo appello, perché riteniamo che il processo abbia consegnato questioni fattuali e giuridiche che confermano l’inesistenza di profili di responsabilità penale. Riccardo Pellegrino è sereno e continua a lavorare per la città di Catania rinnovando la sua piena fiducia nella magistratura», conclude l’avvocato.

Le pene accessorie

Nel dispositivo sono citate anche le pene accessorie: sospensione dal diritto elettorale e da tutti i pubblici uffici di Riccardo Angelo Pellegrino per la durata di anni cinque e di Guarrera, Panebianco, Gulisano, Briganti, Pellegrino senior e Di Benedetto per la durata di due anni.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati