Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

Catania

Occhio a chi serve vodka e Redbull ai minorenni: esercente denunciata a Catania

Di Redazione |

CATANIA – La questione della vendita di alcolici ai minori è uno degli argomenti “caldi” legati alla movida e alla sicurezza nel centro storico. Non sono isolati i casi di esercenti che se ne infischiano dei divieti e violano la Legge, contribuendo indirettamente a minare la salute dei ragazzi e, perché no, ad innescare episodi di violenza. Per questo motivo, durante il weekend, poliziotti del commissariato Borgo-Ognina hanno deciso di effettuare dei controlli straordinari, volti a prevenire e reprimere il fenomeno.

L’attività ha avuto il suo fulcro proprio nella zona di piazza Teatro Massimo, dove la titolare di un locale è stata indagata in stato di libertà, ai sensi dell’articolo del Codice penale che punisce con l’arresto sino a un anno chi somministra, in luogo pubblico o aperto al pubblico, bevande alcoliche a minorenni o a infermi di mente.

«La normativa di settore – spiega la questura – distingue fra la somministrazione al minore di 16 anni, ritenuta più grave, e quella ai minori compresi nella fascia di età fra i 16 e i 18 anni».

E i poliziotti, puntualmente, hanno accertato la fattispecie più grave del reato: la donna aveva appena venduto a tre ragazzine di 15 anni altrettanti cocktail con vodka e Redbull. Fra l’altro le ragazze hanno anche affermato di avere pagato ogni bevanda 2,50 euro e di non avere ricevuto lo scontrino fiscale.

A tal proposito la titolare dell’esercizio commerciale si è giustificata affermando che, vista la confusione, aveva dimenticato di chiedere alle giovani la loro età.

I poliziotti hanno convocato immediatamente i genitori delle ragazzine, i quali dapprima sono stati informati e successivamente hanno avuto le giovani in affidamento.

Infine sono state rilevate criticità sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, con riferimento alla scarsa manutenzione all’interno del pub.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: