Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

L'INIZIATIVA

Caro voli Sicilia, esordisce la piattaforma della Regione per avere gli sconti: ecco come funziona

Prevista una riduzione del 25% per tutti i residenti nell’Isola; fino al 50% per categorie speciali quali studenti, disabili e viaggiatori con Isee inferiore a 9.360 euro

Di Redazione |

Proprio mentre torna d’attualità il caso del caro voli da e per la Sicilia per Natale, fa il suo esordio online da oggi il portale sul “Bonus Sicilia”, la scontistica (25% per tutti i residenti nell’Isola; fino al 50% per categorie speciali quali studenti, disabili e viaggiatori con Isee inferiore a 9.360 euro) prevista per per i biglietti acquistati dal 10 novembre 2023 da e per tutti gli scali di Roma e Milano. La piattaforma è https://siciliapei.regione.sicilia.it/bandocarovoli.

Il beneficio potrà essere richiesto direttamente alle compagnie che finora hanno aderito all’iniziativa, oppure, indirettamente attraverso rimborso con bonifico, sulla piattaforma web regionale.

I termini

«Ai fini dell’erogazione del contributo le richieste dovranno essere inoltrate dai richiedenti esclusivamente in modalità on-line, a partire dalle 9 di oggi e fino alle ore 18 del 30 gennaio del 2025 (termine perentorio), con l’inserimento, previo accreditamento, dei dati e allegati su codesto portale web», si legge nella piattaforma.

Possono presentare istanza di rimborso i viaggiatori, già in possesso di biglietto acquistato a far data dal 10 novembre per i voli dal primo dicembre di quest’anno al 31 dicembre del 2024. La richiesta di contributo può essere richiesta tramite la piattaforma entro 30 giorni dalla data del volo.

Oggi o «al massimo martedì, sarà operativo anche l’aggiornamento del sito web di Aeroitalia, attraverso il quale i siciliani potranno accedere immediatamente al sistema di scontistica», afferma l’ad Paolo Corona, country manager Sicilia della compagnia che per prima ha accolto l’input del governatore Renato Schifani. Però, «per difficoltà di rendicontazione, al momento sarà possibile richiedere solo la riduzione del 25%, mentre per il 50% ci si potrà rivolgere alla piattaforma della Regione».

Per vedere applicato lo sconto sui siti degli altri vettori aderenti, Ita Airways e WizzAir, bisognerà invece aspettare qualche giorno, ma non oltre metà dicembre. Mentre a Palermo, dopo l’incontro di venerdì scorso fra Aricò e i vertici di Ryanair, che si sarebbero detti «interessati all’iniziativa». Ma il tempo stringe, anche per EasyJet, che «sta «valutando con molta attenzione l’offerta».

Il governatore

«Gli sforzi per attuare politiche concrete contro il caro voli – dice il presidente della Regione Renato Schifani – producono finalmente risultati a vantaggio dei cittadini siciliani. La Regione ha fatto la sua parte, rispettando i tempi che aveva annunciato, adesso tocca alle compagnie che hanno aderito all’iniziativa adeguare i sistemi di prenotazione per consentire ai passeggeri di ottenere lo sconto già al momento dell’acquisto del biglietto. L’impennata delle tariffe, alla quale stiamo assistendo in occasione di queste feste natalizie, conferma la validità della nostra iniziativa perché alleggerisce, seppur parzialmente, il peso degli aumenti».

Ricapitolando, l’intervento dell’assessorato Infrastrutture e trasporti prevede circa 33 milioni tra fondi regionali e statali destinato a rimborsare il 25% della spesa per i viaggi acquistati dal 10 novembre 2023 per voli effettuati dal primo dicembre 2023 e fino al 31 dicembre 2024. Le tratte previste sono quelle tra gli aeroporti siciliani e gli scali di Roma (Fiumicino e Ciampino), Milano (Malpensa, Linate e Bergamo-Orio al Serio), sia in andata che in ritorno e con tutte le compagnie aeree che effettuano trasporto passeggeri. Come detto, la Regione riconosce un ulteriore sconto del 25% ai residenti che abbiano uno dei seguenti requisiti: almeno il 67% di invalidità, studenti, basso reddito (Isee inferiore a 9.360 euro).COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati