Notizie Locali


SEZIONI
Catania 30°

Cronaca

Che ressa a Piazza Armerina per Mario Balotelli: sui social è polemica

Di Redazione |

PIAZZA ARMERINA – La visita privata del calciatore Mario Balotelli in Sicilia e più precisamente a Piazza Armerina sta facendo discutere sul web dove la pagina Facebook Piazza in Diretta ha pubblicato alcuni post che riprendono il calciatore in giro per la città con la compagna Alessia Messina. Ma la popolarità dell’ex giocatore del Brescia ancora in cerca di una nuova squadra ha creato non pochi problemi di ordine pubblico. Mario infatti nel corso della sua visita è stata seguito da uno stuolo di curiosi che si è andato infoltendo col passare del tempo e via via che si diffondeva la notizia della sua presenza in paese si sono formati pericolosi assembramenti di persone, una appiccicata all’altra, senza mascherine e senza quindi la cosiddetta distanza di sicurezza. 

In un momento in cui contagi da coronavirus sono nettamente in ripresa e in cui gli assembramenti sono vietati, vedere quelle immagini ha fatto sobbalzare sulla sedia più di un leone da tastiera. Ma c’è anche chi ha difeso il comportamento dei giovani piazzesi. 

«E’ stato un pomeriggio turistico, come tanti – ha scritto in post su Fb la pagina Piazza in Diretta -. L’abbiamo scorto seduto al ristorante con la compagna Alessia Messina ed altri amici piazzesi. Parecchi i curiosi, i giovani ed i ragazzi in attesa fuori. Tra l’altro in concomitanza si celebravano ben due matrimoni alla chiesa di Santo Stefano ed alla Commenda dei Cavalieri di Malta. Leggiamo tante polemiche e commenti sopra le righe. Stiamo parlando di un calciatore di risonanza internazionale, più volte in nazionale, dal carattere assai peculiare, sempre alla ribalta delle cronache sportive e non. Normale che in una cittadina come la nostra non passasse inosservato, sebbene questo fosse il suo intendimento. Ha lasciato il locale dopo circa un’ora da un’uscita secondaria, con l’intervento della polizia, accorsa per evitare ulteriori assembramenti. Le foto di rito, gli autografi, il clamore mediatico fanno parte della circostanza, evitando sterili ipocrisie».

Parole che non sono riuscite a placare le polemiche, come si vede dai post pubblicati qui sotto. La gente è indignata perché molte attività (come il mercato) sono sospese per evitare assembramenti e poi si assiste a scene come queste. Sott’accusa anche i giovani che sembrano ignorare le banali regole per contenere l’epidemia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA