Notizie Locali


SEZIONI
Catania 19°

OMICIDIO-SUICIDIO

Finanziere in pensione uccide la moglie e si toglie la vita a Gioiosa Marea

A dare l’allarme ai carabinieri, che si trovano sul posto, sono stati alcuni vicini di casa.

Di Redazione |

Omicidio-suicidio questa mattina nel Messinese. Un militare in pensione della Guardia di Finanza di 65 anni, Tindaro Molica Nardo, ha ucciso con alcuni colpi d’arma da fuoco la moglie di 61 anni, Febbronia Buttò, e poi si è tolto la vita. Il fatto è avvenuto nell’abitazione della coppia in contrada Acquasanta a Gioiosa Marea, un paese del litorale tirrenico messinese. A dare l’allarme ai carabinieri, che si trovano sul posto, sono stati alcuni vicini di casa.

Nell’appartamento della coppia in via Casani, all’ingresso del paese, sono in corso i rilievi del comando provinciale dell’Arma specializzato in investigazioni scientifiche. Sul posto si trova anche il procuratore di Patti Angelo Cavallo, che sta coordinando le indagini.

Continui litigi

Secondo le prime testimonianze raccolte tra i vicini di casa i litigi tra i due coniugi, genitori di due figlie, sarebbero stati frequenti. E al culmine dell’ennesima accesa discussione l’ex brigadiere della Guardia di Finanza avrebbe preso la pistola e assassinato la moglie, prima di puntarla verso se stesso e sparare.

I carabinieri stanno comunque indagando a fondo sul movente che ha spinto l’ex finanziere uccidere la moglie. La pista privilegiata dagli investigatori è al momento quella dei rapporti interpersonali dell’omicida nei confronti della donna.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: