Notizie Locali


SEZIONI
Catania 19°

Cronaca

Il temporale “autorigenerante”, così si è formata la bomba d’acqua su Palermo

Di Redazione |

PALERMO  – Fino a 125 mm di pioggia sono caduti questo pomeriggio in alcune zone di Palermo. «Situazione molto critica su Palermo e provincia, colpite nelle ultime ore da violenti temporali e nubifragi che hanno scaricato in città impressionanti accumuli d’acqua. Caduti infatti 125mm a Palermo piazza Europa, oltre 80mm a Boccadifalco: si tratta di accumuli giornalieri assolutamente storici per il mese di luglio, solitamente il più stabile dell’anno. Nel contempo la temperatura è crollata fin sotto i 20°C», spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. I nubifragi non hanno risparmiato neanche la provincia con strade allagate a Partinico, Carini e Capaci.

«Anche oggi rovesci e temporali di forte intensità hanno colpito Catania e provincia, sebbene non paragonabili a quelli di Palermo, con punte di oltre 20-30mm e anche grandinate» aggiunge Ferrara. «Ulteriori focolai temporaleschi prendono altresì vita su Madonie, Nebrodi, messinese tirrenico ed ennese».

«Si è trattato di un violento temporale cosiddetto “autorigenerante”, ovvero di un temporale che anzichè transitare rapidamente, si continuava ad alimentare in loco, scaricando impressionanti accumuli di pioggia sempre sulle stesse zone – dice Ferrara -. Il temporale ha preso vita grazie al passaggio di una modesta ma insidiosa saccatura atlantica sulla Sicilia, responsabile tra l’altro dei forti temporali anche tra messinese e catanese, e ha trovato energia anche grazie alla presenza di aria calda e umida al suolo. Tra l’altro su Palermo sono andati a confluire i venti umidi dal mare con quelli più caldi dall’entroterra, esaltando ulteriormente la fenomenologia».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati