Notizie Locali


SEZIONI
°

Maria

Tentarono di estorcere 25mila euro a commerciante di Avola: arrestati

I due, entrambi del Siracusano, avevano dichiarato di essere stati mandati da un esponente di vertice del locale clan mafioso dei «Pinnintula» 

Di Redazione |

I carabinieri del Nucleo investigativo del reparto operativo di Siracusa hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere del gip di Catania, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di Antonino Carbè, 47 anni, di Avola (Siracusa), e Paolo Masuzzo, 60, di Noto (Siracusa), per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

L'indagine è scattata ad aprile dello scorso anno in seguito alla denuncia del titolare di una attività commerciale di Avola al quale i due arrestati si sarebbero rivolti per ottenere 25mila euro che sarebbero serviti per sostenere alcune spese processuali. «I due – secondo quanto riferiscono i carabinieri – avrebbero avanzato le loro richieste in più occasioni e dichiarato di essere stati mandati da un esponente di vertice del locale clan mafioso dei «Pinnintula» prospettando, indirettamente, nel tipico gergo mafioso e intimidatorio, le conseguenze che sarebbero potute derivare in caso di mancata dazione del denaro». I militari dell’Arma hanno filmato gli incontri tra gli indagati e la vittima ed hanno ottenuto riscontri dalle intercettazioni. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: